Home Cavalli Come si differenziano i colori del mantello dei cavalli

Come si differenziano i colori del mantello dei cavalli

CONDIVIDI
mantelli cavalli
Cavalli appaloosa

I mantelli dei cavalli hanno una varietà straordinaria che si differenzia sia nel colore che in alcune caratteristiche come macchie, punti o sfumature. La colorazione del manto del cavallo deriva da fattori genetici trasmessi alla prole, per cui è possibile ottenere colorazioni diverse e precise attraverso la selezione dei genitori in base al manto.

La classificazione del manto dei cavalli può variare in base a diversi fattori. A seconda del paese di origine, del colore della pelle o del pelo ma anche in base alla combinazione dei colori. E’ utile ricordare che la classificazione scientifica spesso non corrisponde a fenomeni visivi del manto che a volte rientrano in una classificazione più tradizionale.

Oltre alla classificazione del colore, rientrano anche le sfumature e le variazioni di tonalità che spesso sono da mettere in relazione con il sesso, l’età, il tipo di alimentazione ma anche la stessa tosatura del cavallo.

Mantelli dei cavalli e le loro variazioni

Cavallo sauro

Mantelli semplici dei cavalli

I mantelli semplici dei cavalli sono formati da un solo colore dominante.

Il colore Morello (o nero), Baio (marrone scuro), Sauro (rosso chiaro dorato) o Bianco puro, tipico degli animali albini.

Ogni manto ha un gene recessivo o dominante.

Il rosso del cavallo Sauro è legato ad un gene recessivo : ee

Il nero del cavallo morello è legato alla dominanza del gene: E

Il cavallo baio: predominanza del gene A che distribuisce il pigmento nero sulla criniera e la coda e negli arti.

I mantelli semplici presentano delle gradazioni che possono variare nella tonalità.

Variazioni del Sauro

Di base, nel sauro i peli e crini sono rossi. Tuttavia ci possono essere diverse gradazioni che spaziano dal: paglierino, chiaro, dorato, ordinario, ciliegio, bronzino, scuro,bruciato.

Variazioni del Morello

Cavallo Morello

Anche nel morello puro, i peli e crini sono neri. Il manto tipico del cavallo di Razza Frisone.
Tra le variazioni del morello vi è anche il Nero maltinto, con peli rossicci su testa, fianchi, grassella, piatto interno delle cosce, ventre.

Variazioni del bianco

I peli e i crini sono gialli. Nella maggior parte dei cavalli cosiddetti “bianchi” la pelle è rosa e l’iride è blu o celeste.

Le variazioni americane sono diversificano in perlino, cremello o champagne.

La diluizione dei mantelli

colore manto cavallo
Varietà manto dei cavalli

Il gene C è responsabile delle diluizioni dei mantelli dei cavalli. Può essere dominante o recessivo ed è presente su due alleli.

Le varianti possono essere:

  • C/C: non comporta diluzione
  • C/c: il pigmento rosso si diluisce versi il giallo
  • c/c: diluzione del rosso e del nero.

Cavalli dal manto diluito

Palomino: si tratta di un sauro con il gene C/c. Il rosso si diluisce verso il giallo, la criniera e la coda diventano bionde.

Isabella o Buckskin: baio con il gene C/c. Il rosso si diluisce, il nero resta invariato, su coda e criniera.

Cremello: sauro con gene c/c. La pelle rosa, mantello color crema e occhi blu.

Perlin: baio con il gene c/c. Pelle rosa, mantello color crema, occhi blu. La coda e criniera sono rossicce.

Smoky cream: morello con gene c/c. Il nero è diluito. Pelle rosa con mantello chiaro

Grigio:  in natura non esiste il cavallo bianco. In realtà, il colore bianco è determinato dal gene del grigio dominante (G-). Un gene che si può associare ad altri manti come il baio, il sauro o morello. Il grigio compare nelle crescita del puledro fino a quando non diventa bianco da adulto. Le parti del muso occhi e orecchie restano scure, così come gli occhi.

Dun: il gene dun (D-) è molto raro e conferisce una zebratura agli arti. Questo gene è responsabile di una diluizione del mantello e di una riga mulina. Il dun è presente nei mantelli dei cavalli Buckskin, Palomino o Grulla (nero diluito).

White: il gene White (W) determina il bianco. Nella combinazione W/w il manto è bianco, la pelle rosa e non ci sono macchie. Ma gli occhi restano scuri. E’ sconsigliato fare accoppiare due cavalli bianchi. La combinazione in doppia dominanza W/W è letale. Nel caso di gene recessivo w/w il cavallo è bianco ma con qualche macchietta su dorso. PEr ottenere un cavallo bianco, l’accoppiamento dovrà essere effettuato su base di gene recessivo con cavallo bianco W/w.

Roano: determinato dal gene RN che determina peli bianchi al manto di base su tutto il corpo tranne la testa e gli arti. Letale in doppia dominanza RN/RN per cui non bisogna fare accoppiare due cavalli roano.

Mantelli combinati

Cavallo Baio

I mantelli combinati possono essere formati da due colori separati, da due o tre colori mescolati oppure pezzati.

La combinazione dei mantelli e dei crini è presente nel caso di un baio, di un Palomino, di due colori mescolati nel Grigio, Ubero e Lupino e Roano con tre colori mescolati.

 

Mantelli pezzati dei cavalli

Il pezzato è un mantello del cavallo che così come indica il termine, presenta delle macchie che possono variare dalle semplici “pezzature” ai “punti”.

Cavalli pezzato

Come la variazione dei colori, anche le pezzature sono legate a fattori genetici.

Sono riconosciuti quattro tipi di pezzature, che derivano ciascuna da un gene diverso: Tobiano-  Frame Overo-  Sabino e Splash Whit.

Gene TO tobiano, è responsabile della comparsa di zampe bianche, pezzatura su dorso e/o groppa. In questi casi, la testa resta scura con rari segni bianchi.

Gene O Frame overo: è responsabile delle macchie bianche sui lati; garrese, dorso, groppa e addome. Macchie pigmentate con il colore di base. In questo caso, ci sono macchie bianche sulla muso mentre gli arti sono privi di balzane.

Sabino: non un singolo gene ma un sistema poligenico. Questo tipo di pezzatura presenta arti bianchi (soprattutto posteriori e bianco esteso sulla faccia che si estende al labbro inferiore e al mento.

Splash White: una pezzatura estesa con bordi netti che parte dalla zona inferiore del corpo. Occhi sempre blu

I cavalli appartenenti alla razza appaloosa presentano la varietà maggiore di pezzature così come i cavalli di razza paint horse.

Mantelli appaloosa

Pezzatura Leopard: il manto è bianco con macchie nere simili a quelle del cane dalmata.

Blanket o blanket without spots: il colore del manto presenta un’area bianca che si estende sui fianchi del cavallo.

Blanket with spots: sul mantello base del cavallo si delinea un’area bianca, sulla groppa o posteriore con all’interno delle macchie rotonde di colore del manto di base.

Varnish roan: il manto è simile al roano. Tuttavia il roano è presente solo nelle parti ossee ovvero testa e porzione distale degli arti. Presenza di colore non roano nella testa e nel corpo.

Snowflake:  con poche macchie bianche sparse nel corpo

Frosted (brinato): mantello base sul corpo e ciuffi di peli bianchi

Mottled: pezzatura screziata.

 

Ti potrebbe interessare–> Razze equine: come distinguerle, morfologia e manto

Per approfondimenti clicca: Genetica mantello dei cavalli

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI