Home News Coniglio gigante conforta i viaggiatori ansiosi all’aeroporto di San Francisco

Coniglio gigante conforta i viaggiatori ansiosi all’aeroporto di San Francisco

All’aeroporto di San Francisco “lavora” un dolcissimo coniglio gigante che conforta i viaggiatori ansiosi che hanno paura di volare.

coniglio pet therapy
Coniglio gigante che conforta ragazza (Instagram – @sfowagbrigade)

Viaggiare può essere un’esperienza ansiogena, sia che abbiate paura di volare, sia che siate nervosi per l’itinerario del vostro viaggio, o che semplicemente vi manchino le persone e gli animali domestici a casa. Per fortuna, ci sono modi per affrontare la situazione e non c’è niente di meglio che la presenza calmante di un animale per alleviare i nervi. Questa è l’idea dietro la Wag Brigade dell’aeroporto internazionale di San Francisco. Il programma porta animali certificati per la terapia nei terminal dell’aeroporto per fornire conforto e distrazione ai passeggeri in difficoltà. Molti degli animali sono cani, tuttavia sono stati recentemente raggiunti da una nuova sorprendente aggiunta: un coniglio gigante fiammingo di nome Alex il Grande.

Conforta i viaggiatori ansiogeni, il “lavoro” di questo coniglio è formidabile

come liberare lo stress
La brigata anti stress (Instagram – @sfowagbrigade)

I Giganti Fiamminghi, la più grande razza di coniglio domestico, sono noti per la loro natura amichevole, accomodante e la pazienza di quando vengono maneggiati. Queste sono le qualità che rendono Alex perfetto per il lavoro. Identificabile dal suo gilet Wag Brigade “Pet Me!”, gira per l’aeroporto nel suo passeggino, offrendo una presenza rassicurante e tempo di qualità ai viaggiatori a disagio.

Ti potrebbe interessare anche >>> Cinghiale in cerca di cibo, rimane bloccato all’interno del camion

Anche se ora vive con una famiglia amorevole e può condividere questo amore interagendo con le persone, non è sempre stato così. Alex è stato salvato da un allevamento di conigli della California centrale, dove viveva in condizioni difficili. “Era ricoperto di pulci e la sua pelliccia era infeltrita“, descrive il suo comproprietario che fortunatamente, è stato in grado di convincere l’allevatore a lasciargli acquistare Alex. Poi ha portato il coniglio a casa e l’ha curato per farlo tornare in salute. “Ci siamo presi cura di lui“, spiega l’uomo, “ed è diventato sano, e abbiamo subito visto che aveva una personalità unica“.

Ti potrebbe interessare anche >>> Ponte di fauna selvatica: il più grande al mondo sarà costruito in California

Dopo che Alex ha guadagnato la sua licenza AAT (Animal Assisted Therapy program), è diventato idoneo a fare domanda per un posto nella Brigata Wag. Sembrava improbabile che un coniglio potesse qualificarsi, dal momento che i requisiti erano originariamente progettati per i cani, ma Alex è stato promosso a pieni voti. Ora, come membro ufficiale della Brigata, visita l’aeroporto due o tre volte al mese, sempre accolto con sorpresa e piacere.