Home News Cos’è, come e quando si applica l’antiparassitario per cani

Cos’è, come e quando si applica l’antiparassitario per cani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53
CONDIVIDI

Sappiamo bene quanto la presenza di un cane possa essere utile a migliorare la qualità della nostra vita domestica e la routine di tutti i giorni. Fido è infatti sempre pronto a donarci un amore incondizionato e si comporta da vero amico quando ci sentiamo felici ma anche quando abbiamo subito un rovescio di fortuna.

Gli animali ci accompagnano nel nostro viaggio nel mondo e nella vita, ecco perché è così importante prendersi cura del loro benessere fin da quando sono dei morbidi cuccioli. Un presidio di sicurezza molto importante è rappresentato da un prodotto come l’antiparassitario per cani, poiché va a costituire una barriera per parassiti e insetti. Questi ultimi infatti restano spesso in agguato, ecco perché è importante tenere alla larga pulci, zecche, pappataci e altri ospiti indesiderati che possono creare dei problemi al nostro amico a quattro zampe.

Un’importante barriera che contrasta l’attacco di insetti e parassiti

Ci sono alcuni periodi dell’anno durante i quali gli animali sono più esposti al rischio di attacco da parte di questi parassiti e si tratta nello specifico dei mesi primaverili-estivi. Il motivo è presto detto: durante la stagione più calda spesso i cani – ma in generale il discorso vale anche per i gatti – passano molto tempo all’aperto, su terrazze e nei giardini per cui è bene offrire loro una protezione adeguata. Ad ogni modo, non esiste un periodo dell’anno in cui gli animali siano del tutto al sicuro dall’attacco di insetti e parassiti dal momento che ogni giorno siamo tenuti a portarli a passeggio nelle aree verdi ad hoc oppure sul lungomare. Tutte situazioni durante le quali Fido può entrare in contatto con ospiti indesiderati, anche se l’esposizione all’aria aperta è minore dal punto di vista temporale. Vediamo allora di capire nello specifico in che cosa consistono i prodotti antiparassitari per cani, come e quando devono essere impiegati.

Tipologie di antiparassitari e come proteggono Fido

L’antiparassitario per cani è un alleato importantissimo che ci consente di proteggere nostro amico a quattro zampe, consentendogli di vivere i momenti all’aria aperta in totale tranquillità. E’ possibile indicare diverse tipologie di accessori e metodi più diffusi ed efficaci. Tra questi ci sono gli antiparassitari spot on, che si applicano attraverso delle pratiche pipette in modo facile e veloce: la loro durata si aggira intorno alle 3 o 4 settimane, trascorse le quali è necessaria una nuova applicazione. Una tecnologia innovativa ed efficace è rappresentata dai collari antiparassitari. L’azione di questi ultimi è continua (si può arrivare anche a 8 mesi di efficacia), poiché vanno a rilasciare i loro principi attivi in dosi controllate sul mantello dell’animale e sulla sua cute assicurandogli un alto livello di protezione. Questo strumento consente di evitare il ricorso a trattamenti che richiedono una maggior frequenza, proteggendo il cane da malattie come la leishmaniosi e dall’attacco di parassiti. Infine ci sono gli spray, che vengono nebulizzati in particolare sugli oggetti di uso continuo come la cuccia o certi giocattoli.

Come scegliere il collare per proteggere il cane dai parassiti

Abbiamo accennato al fatto che i fastidiosi ospiti come pulci e zecche non vanno mai in vacanza, per cui è sempre necessario provvedere alla sicurezza del proprio cane dotandolo del miglior prodotto antiparassitario. Per quanto riguarda nello specifico la scelta del collare, che abbiamo visto essere l’accessorio di sicurezza più longevo e comodo tra quelli a disposizione, prima di effettuare l’acquisto potrà essere utile fare mente locale su quelli che sono gli insetti e i parassiti più diffusi nella specifica zona geografica di riferimento. Questi ultimi, infatti, possono mettere a repentaglio la salute di Fido, per cui sarà bene orientarsi a seconda delle esigenze maturate e compiere la scelta più performante. Il consiglio degli esperti è importante, ecco perché sarà comunque utile fare un passaggio con il proprio veterinario di fiducia. Il nostro cane merita tutte le attenzioni del mondo, poiché è parte di noi e della nostra famiglia.

Il collare antiparassitario, vero e proprio alleato per la salute dei nostri animali, rilascia dei principi attivi che contrastano la presenza del parassita, evitando così che quest’ultimo possa arrivare a mordere la cute di Fido (in questo modo si riduce anche il rischio di trasmissione di pericolose malattie come la leishmaniosi o la filariosi). Naturalmente la scelta dell’antiparassitario dovrà anche essere guidata dalla specifica corporatura del proprio animale domestico, oltre che dal suo peso. Ma come funziona il collare antiparassitario? A contatto con la cute dell’animale, il collare si attiva e rilascia il principio attivo in maniera continua e costante per molti mesi.

Altri consigli per la salute del cane e l’importanza della pulizia in casa

E’ sempre bene spazzolare il pelo del proprio cane e controllarne spesso la cute: insetti e parassiti sono il più delle volte individuabili a occhio nudo, agevolando la corsa ai ripari. Altra precauzione importante da prendere è quella relativa alla pulizia e all’igiene degli ambienti domestici nei quali i cani vivono. In questo senso è per esempio molto importante prendersi cura di tappeti e moquette, aspirandoli a fondo. Per capire se il proprio animale ha subito l’attacco di insetti e parassiti sarà utile imparare a leggere determinati sintomi classici. La presenza di zecche e pulci può causare prurito – anche molto forte – che spesso si accompagna a nervosismo e irritabilità di Fido.

Ma il prurito non è l’unico sintomo, certi animali infatti si leccano in modo importante arrivando a causare delle zone alopeciche (dove il pelo è del tutto assente). Nel caso in cui possediate un giardino e il vostro cane sia abituato a passare qui del tempo prestate attenzione alla sua pulizia: rastrellate le foglie secche e tenete in ordine, eliminando anche eventuali rami secchi. Inoltre sarà bene mantenere il prato sempre corto, così da evitare che i parassiti si annidino. Ricordate che anche il cucciolo dovrà essere correttamente protetto, utilizzando un antiparassitario ad hoc.