Home News Ormai in fin di vita, collassa a terra stremato: l’ultimo sforzo è...

Ormai in fin di vita, collassa a terra stremato: l’ultimo sforzo è tutto per lui – VIDEO

Il cucciolo è stato trovato per strada da un uomo e vedendolo in fin di vita ha deciso di provare ad aiutarlo e ha chiamato i soccorsi.

cucciolo fin vita
Il cucciolo in fin di vita trovato per strada da un uomo che tenta di salvarlo chiamando i soccorsi (Screenshot video YouTube – Animal Aid Unlimited, India)

Purtroppo esistono malattie che possono essere davvero pericolose per i cani e se non riescono ad essere prese in tempo possono addirittura risultare fatali. Sono moltissimi i randagi che per i problemi di igiene e per la mancanza di una giusta cura muoiono ogni giorno per le strade tra l’indifferenza della gente. Esistono però persone che non riescono proprio a voltarsi dall’altra parte quando incrociano un animale in difficoltà. Questo è quello che è accaduto ad un piccolo cucciolo trovato in fin di vita da un uomo e che ha voluto provare a fare qualcosa per quel povero e indifeso animale.

Trova un cane in fin di vita per strada e tenta di salvarlo dal suo terribile destino

cucciolo fin vita
Un volontario dell’associazione Animal Aid India mentre rimane accanto al piccolo cane durante la flebo (Screenshot video YouTube – Animal Aid Unlimited, India)

L’indifferenza è qualcosa di veramente pericoloso e delle volte può far più male di certi gesti violenti. Per fortuna però esistono persone che non riescono proprio a voltare le spalle davanti alla sofferenza ed è proprio grazie a loro che spesso possono accadere dei piccoli miracoli. Lo sa benissimo un cucciolo che ha rischiato di morire tra il disinteresse e la noncuranza di centinaia di passanti, che però ha avuto la fortuna di trovare qualcuno di speciale che si accorgesse di lui.

Ti potrebbe interessare anche >>> Pip era in fin di vita, la sorpresa della cagnolina a sei mesi dalla prognosi – VIDEO

Questa notizia avrebbe potuto avere un finale completamente diverso, drammatico, se non fosse per il gran cuore di un uomo che si è trovato davanti agli occhi un cucciolo in fin di vita.
L’animale giaceva a terra in mezzo ad una strada trafficata di Udaipur, città dell’India, e le sue condizioni erano davvero terribili. Il piccolo corpicino dell’animale era letteralmente consumato e martoriato dalla malattia, tanto che sembrava aver già esalato il suo ultimo respiro. Un passante ha però deciso di avvicinarsi comunque a lui per verificare il suo stato e quando si è chinato per osservarlo più da vicino ha notato che il cagnolino, con le pochissime forze rimaste, aveva iniziato a muovere la coda.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Quando l’uomo ha notato quel piccolo guizzo nel cane ha deciso immediatamente di chiamare i soccorsi e di provare a salvarlo, nonostante le condizioni sembrassero davvero disperate.
Poco dopo la chiamata sono giunti sul posto i soccorritori di Animal Aid che lo hanno trasportato con urgenza presso una clinica veterinaria per tentare l’impossibile.

Ti potrebbe interessare anche >>> Cane investito e in fin di vita: il gesto d’amore e la trasformazione – VIDEO

Una volta arrivati alla clinica, i veterinari hanno appurato che il cucciolo in fin di vita aveva contratto il cimurro, una malattia infettiva causata da un virus – il Morbillivirus. Il cimurro aggredisce l’apparato respiratorio, l’apparato gastroenterico e il sistema nervoso, fino a portare alla morte. Inoltre, determina anche un drastico calo di globuli bianchi e questo porta all’inevitabile indebolimento del sistema immunitario e che quindi espone l’animale al possibile attacco di altre malattie. Il piccolino è stato quindi subito attaccato ad una flebo per poterlo reidratare e successivamente sottoposto ad una cura antibiotica per provare a combattere il virus. L’animale sembrava non potesse farcela date le condizioni in cui era stato portato, ma nonostante questo i volontari gli sono rimasti accanto coccolandolo e tenendolo sotto controllo.
Sforzo che ne è assolutamente valsa la pena dato che qualche giorno dopo, seppur ancora molto debole, il cane si è rialzato sulle sue zampe! (G. M.)