Home News Dichiara morto il cane: gli lega le zampe e lo seppellisce vivo...

Dichiara morto il cane: gli lega le zampe e lo seppellisce vivo – FOTO

Una donna è sospettata di aver legato le zampe del suo cane e cercato di seppellirlo vivo, per poi dichiararlo morto

cane zampe legate seppellito vivo
Proprietaria viene accusata di aver legato le zampe del suo cane e di averlo seppellito vivo (Foto Facebook)

Una storia agghiacciante è accaduta di recente nel Missouri. Una donna è stata accusata di maltrattamento di animali per aver legato le zampe del suo cane e aver cercato di seppellirlo vivo. Lo stesso cane che la proprietaria aveva dichiarato defunto.

Una vicenda terrificante, difficile anche da raccontare. Una crudeltà che nessun essere vivente dovrebbe vivere. Ma nonostante i suoi lati oscuri, questa orribile storia “merita di essere raccontata, perché questo povero animaletto merita giustizia.”

Dichiara morto il cane: donna viene accusata di avergli legato le zampe e di averlo seppellito vivo

cane dichiara morto trovato zampe legate
Proprietaria viene accusata di aver legato le zampe del suo cane e di averlo seppellito vivo (Foto Facebook)

La triste e terribile vicenda di Pepper è iniziata lo scorso 18 febbraio. Il cane è stato trovato da alcuni volontari di Animal Control e condotto al Southeast Missouri Pets

Si supponeva che il Fido fosse rimasto vittima di un incidente poiché zoppicava, fortunatamente le sue condizioni non erano gravi. Dopo aver controllato e munito di microchip la cagnolina, l’associazione ha rintracciato e avvertito la sua proprietaria.

La donna si è presentata in struttura per recuperare l’animaletto, promettendo di farlo visitare da un veterinario. Appena un paio di giorni dopo l’accaduto, un membro del personale dell’associazione ha chiesto informazioni sul pelosetto, per sincerarsi delle sue condizioni. La proprietaria di Pepper l’ha informata che il quattro zampe non ce l’aveva fatta.

Il cane aveva attraversato il ponte dell’arcobaleno e la sua padrona aveva pubblicato un post su Facebook per comunicare che era morto. Ma, a distanza di un mese, è accaduto qualcosa che ha lasciato senza parole lo staff della Southeast Missouri Pets.

La scorsa domenica, 20 marzo, una coppia e il loro cane stavano facendo una escursione nel bosco, quando hanno fatto una scioccante scoperta. In quel luogo desolato c’era un cagnolino. L’animaletto, esile e denutrito, aveva le zampe posteriori legate con una fascetta.

Le fascette avevano provocato delle lesioni profonde agli arti, impedendo al pelosetto di usarli. La cagnolina camminava reggendosi solo sulle zampe anteriori, tenendo sollevate quelle posteriori o trascinando il resto del corpo.

Intuendo immediatamente i buoni propositi dei passanti, il quattro zampe si è lasciato avvicinare. La coppia ha liberato il Fido e lo ha condotto alla Southeast Missouri Pets.

Quando lo staff dell’organizzazione ha visitato l’animaletto, ha scoperto mediante il microchip che si trattava di Pepper, il cane che la sua proprietaria aveva dichiarato morto.

Potrebbe interessarti anche: Una punizione che lo stava portando alla morte: viene trovato pelle e ossa

Il cane pesava 20 chili in meno rispetto a quando era stato consegnato alla sua padrona circa un mese fa.
L’associazione si è rivolta al Commissariato di Polizia di Cape Girardeau. La proprietaria del Fido è stata accusata di maltrattamento di animali ed è stata arrestata.

Le forze dell’ordine suppongono che la donna abbia legato le zampe del cane con le fascette e abbia cercato di seppellirlo nei pressi della Juden Creek Conservation Area, per poi dichiararne la dipartita.

Potrebbe interessarti anche: Parte in viaggio e lascia il cucciolo malato solo a casa

Attualmente la proprietaria di Pepper è detenuta nel carcere di Cape Girardeau City, il quattro zampe invece si trova in una casa adottiva temporanea, dove sta ricevendo cure e amore.

Nonostante le orribili e crudeli azioni della sua padrona, che avrebbero potuto costargli la vita, il cane è sempre molto affettuoso e fiducioso nei confronti degli esseri umani.
Per il momento la cagnolina non è adottabile, ma appena possibile i volontari cercheranno la famiglia perfetta per lei.