Home News Disperso a 2500Km da casa torna dopo 10 anni grazie al microchip...

Disperso a 2500Km da casa torna dopo 10 anni grazie al microchip (VIDEO)

Dopo 10 anni finalmente sono tornati insieme, è stato un viaggio interminabile, cucciolo trovato a 2575 km da casa torna a casa grazie al microchip.

Dopo 10 anni torna a casa grazie al microchip(Foto Facebook)
Dopo 10 anni torna a casa grazie al microchip(Foto Facebook)

Razzle, uno schnauzer nano nero era scomparso dalla sua abitazione sita nella città di McRae nel 2011, del cane si era persa ogni traccia ma ora dopo esattamente 10 anni dalla sua scomparsa il cucciolo ormai cresciuto è riuscito a tornare dalla sua famiglia grazie al microchip.

Il piccolo ormai grande cane, ha dovuto affrontare un lungo viaggio all’interno di un aereo monomotore, viaggiando dalla California all’Arkansas per riunirsi con la sua famiglia.

Dopo 10 anni torna a casa grazie al microchip

Dopo 10 anni torna a casa grazie al microchip(Foto Facebook)
Dopo 10 anni torna a casa grazie al microchip(Foto Facebook)

Il pilota Jeremy Wade dopo aver viaggiato con il piccolo, vedendo i proprietari di Razzle fremere per poterlo riabbracciare ha infatti asserito : “Probabilmente un po’ più vecchio dell’ultima volta che l’hai visto”.

Il proprietario vedendolo commosso ha risposto :  “Solo un po’”  esclamando poi  il nome del suo adorato cane dalla gioia.

Dello speciale momento è stato ripreso anche un video, il cane subito dopo l’atterraggio è stato portato dal veterinario per accertare le sue condizioni si salute.

Sembra infatti che per il suo trasporto sia stato scelto appositamente un piccolo aereo perché a detta dei volontari “il suo stato medico era così fragile che non sarebbe sopravvissuto a un volo commerciale”.

Un gruppo che si dedica al salvataggio di animali ha portato il cane da un veterinario che ha letto il numero del chip, riuscendo finalmente a trovare i proprietari e aiutando Razzle, dopo ben 10 anni a tornare a casa. “Riconquistare Razzle ha significato il mondo per la nostra famiglia” ha dichiarato commosso il proprietario.

Mentre il pilota ha ripercorso tutti i momenti con il cane dichiarando
“È stato così meraviglioso raggiungerlo e sollevarlo dalla cassa per poterlo vedere per la prima volta”

“Mi piacerebbe pensare a me stesso come a una parte molto piccola di una catena molto importante che deve lavorare per cercare di ridurre il numero di animali senzatetto o trascurati là fuori”
.

“In genere è impossibile arrivare in Arkansas senza scalo, a meno che non si vada a Fayetteville, dove a volte hanno voli diretti”. “E quindi è stato un piacere per me aver contribuito a riportarlo a casa”

Dopo un volo di cinque ore e mezza il dolcissimo Razzle è finalmente tornato a casa dalla sua famiglia che sicuramente non lo perderà più di vista.