Home News Ragazzina ferita da un cane mentre sta per prendere l’aereo

Ragazzina ferita da un cane mentre sta per prendere l’aereo

CONDIVIDI
ferita cane aereo
(Pixabay)

Una ragazzina è stata ferita da un cane da compagnia su un volo della Southwest Airlines dopo che i passeggeri sono saliti a bordo di un aereo a Phoenix, ha detto la compagnia aerea. Un passeggero ha raccontato su Twitter che il cane ha morso la ragazza quando si stava avvicinando e che la bambina ha urlato e pianto. Le zanne del cane, ha detto la Southwest, “hanno graffiato la fronte di una minore” e i paramedici sono giunti sul posto per esaminarla.

La bambina, che non è stata identificata, è rimasta sul volo diretto a Portland, in Oregon, mentre il cane e il suo proprietario sono rimasti a terra. Southwest ha detto che non poteva confermare l’età del bambino. L’incidente si è verificato in un momento in cui Delta e United stanno preparando restrizioni sulla presenza di cani sui loro voli. A differenza dei cani di assistenza, come i cani guida, quelli da compagnia non hanno addestramenti speciali. Tuttavia, al passeggero può essere richiesto un certificato medico che spieghi perché ha bisogno della presenza dell’animale sul volo.

Cani sui voli aerei: le nuove norme presto in vigore

Dal 1° marzo entreranno in vigore delle nuove regole, per le quali ci vorrà un preavviso di 48 ore e anche ulteriore documentazione per animali addestrati e animali di supporto emotivo. La decisione dopo che un cane di grossa taglia ha morso una persona su un volo da Atlanta a San Diego. Anche American Airlines sta anche rivedendo ulteriori misure per proteggere personale e passeggeri. Ha affermato il il portavoce di American Airlines, Ross Feinstein: “Purtroppo, animali non addestrati possono portare a problemi di sicurezza per il nostro team, i nostri passeggeri ed anche altri animli a bordo”. Quindi ha aggiunto: “Siamo d’accordo con gli sforzi da portare avanti in questo senso e continueremo a sostenere i diritti dei clienti”. Insomma, la compagnia aereo ritiene comunque “legittimi” alcuni bisogni.

Il mese scorso, intanto, Andrea Barbera, un ragazzo ipovedente di Trapani che aveva acquistato un biglietto per un volo aereo che da Palermo lo avrebbe dovuto condurre a Brindisi, non ha potuto prendere l’aereo proprio a causa del suo cane guida.

GM