Il gatto si avvicina furtivo al piccione: l’epilogo lascia senza parole – VIDEO

Foto dell'autore

By Elisabetta Guglielmi

News

Un video condiviso su TikTok mostra un gatto mentre si avvicina furtivo a un piccione: l’epilogo inaspettato ha sorpreso tutti gli utenti del web.

gatto piccione bacetto video
Un micetto si è avvicinato a un piccione (Screenshot video TikTok – chanterid Chant15 – amoreaquattrozampe.it)

Secondo l’opinione comune alcune specie di animali non possono andare d’accordo tra di loro e nella maggior parte dei casi dovrebbero dimostrare un’antipatia reciproca innata. Questo discorso dovrebbe valere per i cani nei confronti dei gatti o ad esempio per i gatti nei confronti degli uccelli. Ma come saprà benissimo chi vive con gli animali domestici, non sempre questi pregiudizi sono fondati; anzi, molto più frequentemente è vero l’esatto contrario. A dimostrarlo ancora una volta è un video condiviso su TikYok che ha per protagonisti un micetto e un piccione. Con il suo epilogo inaspettato, il filmato in tre giorni è riuscito a conquistare il cuore di due milioni e mezzo di utenti del web.

L’epilogo inaspettato in un video di TikTok: la reazione del gatto alla vista del piccione sul tetto

gatto piccione dolcissimo video
Un micetto si è avvicinato a un piccione per dargli un tenero bacetto sulla testa (Screenshot video TikTok – chanterid Chant15 – amoreaquattrozampe.it)

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE TWITTER

Il breve video, condiviso su TikTok dall’utente @chanterid Chant15, mostra un micetto dal manto bianco con alcune chiazze colorate marroncini e nere sulla coda e sul musetto. Il gattino sta camminando sul tetto di una casa, quando vede davanti a sé un piccione dal piumaggio candido.

Il gatto si ferma per iniziare poi ad avvicinarsi in modo furtivo al volatile. Il passo cauto e silenzioso del felino che si dirige di soppiatto verso il piccione fa immediatamente pensare che il micio voglia catturare l’uccello o per lo meno spaventarlo. Contrariamente a quanto ci si aspetti, invece, il video mostra di avere un epilogo del tutto imprevisto. Il gattino, raggiunto il piccione, si ferma e dà un bacetto sulla testa del pennuto, che dal canto suo rimane fermo e impassibile per nulla spaventato dal micio. Il video è diventato in breve tempo virale sul web, ottenendo migliaia di commenti sulla dolcezza inaspettata del gattino.

@chanterid #dúo con @Funny Video 🥳 #😂 #foryou #challenge #fyp #risa #parati #humor #comedia #gracioso #divertido #tiktok #viral #duos #funny #foryoupage #rie #cat #animals #gato #paloma #kiss #love #amor❤️ ♬ nhạc nền – Funny Video 🥳

Comunemente si ritiene che felini e volatili siano nemici naturali. I gatti, infatti, hanno come istinto innato quello di cacciare gli uccelli, mentre i pennuti hanno come istinto quello di fuggire alla vista dei quattro zampe. Non sempre però è così. Diversi video condivisi sui social network testimoniano un legame quasi incredibile tra queste due specie viventi. Così è stato ad esempio per un filmato che ha stupito e meravigliato tutti gli utenti del web rendendo nota una bellissima storia, che ha per protagonista una pappagallina e i tre gattini da lei adottati. Il video mostra un pappagallo mentre si prende cura di tre piccolissimi cuccioli di gatto. La mamma dei gatti deve averli fatti nascere nella tana, per poi allontanarsi e non fare più ritorno. L’uccello, trovando i micetti da soli, ha deciso di prendersene cura. Il filmato mostra infatti la pappagallina dentro alla cavità insieme ai gattini mentre cerca di coccolarli come farebbe un uccello con i suoi piccoli. Incredibile è stato poi un video che ha testimoniato il modo con cui un intelligente pappagallo ha pensato di giocare con il gatto dei vicini: il filmato mostra i due animali mentre giocano come fossero dei bambini a nascondino dietro alla finestra.

Non sempre, quindi, proprio come nel caso del micetto che si avvicina al piccione, è possibile stabilire a priori i comportamenti degli animali, né inserirli in categorie concettuali derivate solo dal pregiudizio umano. (di Elisabetta Guglielmi)

Gestione cookie