Home News Baba, il gatto scomparso da più di due anni: una targa può...

Baba, il gatto scomparso da più di due anni: una targa può essere decisiva

Il gatto Baba scompare dalla vista della sua padrona nel lontano 2018: per una serie di coincidenze si riapre il caso. 

Gatto Baba
Il gatto Baba scomparso nel 2018 ora cerca la sua padrona di Genova (Fonte Facebook)

Certe storie fanno un giro immenso, sembrano svanire nel nulla e poi tornano fuori, come se niente fosse successo. Anche a distanza di anni. Tutto questo, però, ha a che fare con le nostre emozioni, sensazioni, modi e luoghi dove vivere. Insomma, certi colpi potrebbero far esultare le nostre gioie o “ferire a morte” il nostro animo.

Questo perché di alcune storie ce ne dimentichiamo per non soffrire ulteriormente, soprattutto quando non ci capitiamo di una scomparsa, avvenuta nel giro di pochi istanti, alla quale non riusciamo più a dare una spiegazione. Sono queste storie a lasciare il segno.

Come lo è la storia del gatto Baba, che poco più di due anni fa si trovava in Svizzera, con la sua padrona, in vacanza. Nel momento di fare le valigie e tornare a casa, a Genova, il gatto scompare. Si presume solo per pochi minuti. Poi, invece, inizia l’agonia, che oggi ritorna a far parlar di sé.

Il gatto Baba potrebbe tornare a Genova dalla sua padrona: attivate le iniziative per prendere contatti

Gatto Baba
Il gatto Baba sul davanzale della finestra (Fonte Facebook)

Era il lontano 2018, il gatto Baba, assieme a una signora di Genova (di cui, fra poco, scoprirete perché non si conosce il nome), è in vacanza in un hotel della Svizzera, The Hitroom, facente riferimenti alla compagnia Cristina. Ha una stanza, passa delle belle vacanze e poi torna a casa.

LEGGI ANCHE >>> Gatto scomparso da 4 anni ritorna a casa per Natale

Nel momento di fare le valigie e rimettere in moto la macchina (fondamentale quest’ultima) non riesce più a trovare Baba, che sparisce dalla circolazione per sempre. La signora, col dolore in petto, rimette in moto e torna a Genova.

Dopo pochi mesi il gatto, così almeno si dice, rifà visita all’hotel in questione, lo riconoscono, ma lui scappa di nuovo. Dopo aver passato deli inverni freddi, per la strada, nel 2020 inizia a frequentare il giardino di una signora e a ottobre dello stesso anno, in piena pandemia entra in casa sua. Dopo le prime visite dal veterinario si capisce che Baba ha su per giù 12 anni, è sordo da un orecchio e gli mancano dei dentini. Tutta colpa della “strada”.

La signora, poi, per altri problemi si scopre non poter essere in grado di adottarlo, ma a quel punto, grazie ad alcune amicizie, cercano di ritrovare la sua prima padrona, la signora di Genova. La struttura dove essa alloggiò non poteva segnare i dati dei propri clienti, ma un fattore è risultato essere decisivo: la targa della macchina. Tutti si ricordano che veniva da Genova per quella targa.

LEGGI ANCHE >>> Gatto scomparso torna dopo otto anni dalla sua padrona

Niente nome, ma una targa. Così da poco tempo si sono attivate delle assidue ricerche e si è lanciato un appello per chiunque avesse informazioni utili al riguardo, magari conoscendo la storia di questa signora. Ci si può rivolgere al seguente numero telefonico: +41.795388573, oppure scrivere al seguente indirizzo e-mail: tinsman@bluewin.ch

Davide Garritano