Home News Il gatto con la pelliccia congelata: abbandonato con diverse ferite

Il gatto con la pelliccia congelata: abbandonato con diverse ferite

Il gatto con la pelliccia congelata. Una triste vicenda che provoca rabbia e sconforto per il trattamento riservato degli animali

Gatto in primo piano (Foto Pixabay)
Gatto in primo piano (Foto Pixabay)

Il dolore fisico e morale che ha dovuto sopportare questo gattino è qualcosa di crudele e disumano capace di oltrepassare qualsiasi aspettativa. Un gattino è stato ritrovato da un passante in condizioni disastrose. Il cucciolo aveva la pelliccia completamente congelata presentando anche delle ferite sulle zampe. Il maltrattamento subito lo rendeva inavvicinabile fino quando, tutto è cambiato..

Potrebbe interessarti anche: Sully, il gatto abbandonato sei volte nei suoi primi due anni

Il gatto con la pelliccia congelata, una dolorosa storia di abbandono e solitudine 

gatto solo (Foto Pixabay)
gatto solo (Foto Pixabay)

Un passante si è subito reso conto della situazione e ha contattato velocemente i volontari della The Artemis Project un’associazione che si occupa della cura degli animali in difficoltà. Una volta contattati, i volontari si sono precipitati sul posto per prendere con sé il micio e curarlo. Fortunatamente, il loro intervento è stato tempestivo perché sarebbe bastato un attimo di ritardo e l’adorabile Ben non ce l’avrebbe fatta. Appena è arrivato nel rifugio, il micio è stato visitato dal veterinario che si è trovato di fronte ad una situazione molto critica. Il piccolo se avesse atteso ancora un altro pò avrebbe rischiato seriamente di morire.

Potrebbe interessarti anche: Mylo, il gatto abbandonato a tre zampe diventa una star del web

Tenere un animale all’aperto con le basse temperature è illegale ed è un reato. Chi lo ha fatto non solo non ha tenuto conto delle terribili conseguenze che avrebbe provocato all’animale e che avrebbe avuto in termini di legge. Il medico ha effettuato tutte le cure necessarie per la sua guarigione che si stanno rivelando efficaci per il rapido recupero della forma fisica. Infatti, grazie ai suoi gesti premurosi, il piccolo è in via di guarigione ed è fuori pericolo.

In ambito legale, sono state avviate le indagini per scoprire il colpevole di un atto così spregevole e malvagio. Al riguardo, viene spontaneo chiedersi: quando simili atrocità avranno un termine e quando gli animali verranno rispettati?! Non smettiamo di schierarci a favore degli animali, di lottare contro ogni abuso che viene compiuto nei loro confronti e di sperare in un mondo senza violenza. Amiamo gli animali e rispettiamoli, ogni giorno.

 

Benedicta Felice