Home News Gatto sigillato in una scatola e abbandonato: un altro episodio sconcertante

Gatto sigillato in una scatola e abbandonato: un altro episodio sconcertante

Gatto sigillato in una scatola e abbandonato presso una colonia felina. Le ingiustizie verso gli animali purtroppo non si fermano

Gatto in primo piano (Foto Pixabay)
Gatto in primo piano (Foto Pixabay)

La pandemia continua a imperversare nel mondo intero. La malvagità umana  purtroppo non conosce sosta, e continua a colpire, anche gli animali. Un episodio gravissimo che deve far riflettere sulla sofferenza che gli esseri umani stanno infliggendo agli animali. Questa volta è toccato ad un gatto abbandonato, mentre era sigillato in una scatola.

Potrebbe interessarti anche: Sully, il gatto abbandonato sei volte nei suoi primi due anni

Gatto sigillato in una scatola e abbandonato, l’ennesima storia di maltrattamento 

gatto in cammino (Foto Pixabay)
gatto in cammino (Foto Pixabay)

Il micio, di poco più di un anno, è stato abbandonato nei pressi di una colonia felina. E’ accaduto in una zona compresa tra Lugo e Conselice ed è stata ritrovata da una volontaria che, dopo aver sentito dei miagolii provenire da lì dentro, si è precipitata ad aprire la scatola. L’involucro, chiuso con l’adesivo da pacchi, conteneva un bellissimo gatto bianco e rosso. Il felino fortunatamente era vivo, e sarebbero bastate solo altre poche ore, che per lui sarebbe stato troppo tardi. Un gesto ignobile che condanna a penare un altro essere innocente. Al riguardo, le volontarie hanno espresso le loro considerazioni, commentando la terribile vicenda.

Potrebbe interessarti anche: Totò, il gattino che è stato rinchiuso dentro due sacchi e abbandonato

“Chi maltratta gli animali, potrebbe ripetere qualsiasi gesto violento anche contro un familiare. E’ bene dunque, individuare i colpevoli, per evitare che possano commettere altri atti di violenza non solo sugli animali, ma anche sulle persone. Gli animali non sono oggetti di cui disfarsi..” hanno sottolineato le volontarie. Al riguardo, l’Enpa ha già provveduto ad attivare il servizio delle Guardie Zoofile, rivolgendo un messaggio a chiunque abbia a disposizione delle informazioni, di contattare i seguenti indirizzi email:  [email protected][email protected] 

“Ci affidiamo alla collaborazione da parte dei cittadini e delle istituzioni di porre fine a tali pratiche incivili e crudeli. In un caso di quattro cuccioli abbandonati lo scorso aprile, sarà previsto un processo, grazie alla collaborazione con le Forze dell’Ordine e le Guardie Zoofile” hanno aggiunto sempre le volontarie. Una serie di fatti gravissimi, che devono avere un termine, al più presto.

 

Benedicta Felice