Home News Giappone: riapre la caccia alle balene per fini commerciali

Giappone: riapre la caccia alle balene per fini commerciali

CONDIVIDI
Giappone caccia balene
(foto pubblico dominio)

Giappone: riapre da luglio 2019 la caccia alle balene per fini commerciali, lo ha confermato lo stesso Paese ma questa non si è mai fermata.

Il Giappone riprenderà da luglio 2019 la caccia alle balene: lo ha confermato lo stesso Paese dell’Estremo Oriente, annunciando l’uscita dalla Commissione internazionale per la caccia alle balene (IWC). Erano trent’anni che in Giappone era vietata la caccia alle balene per fini commerciali, sebbene queste potevano essere cacciate per finalità di ricerca scientifica. Lo confermano peraltro diverse recenti stragi dei grossi cetacei compiute.

Per approfondire –> Baleniere giapponesi in rotta verso l’Antartide per compiere una strage di balene

Caccia alle balene: in Giappone non si è mai fermata realmente

La decisione giapponese è stata comunicata dal capo di Gabinetto Yoshihide Suga nel corso di una conferenza, sebbene fosse nell’aria comunque da qualche tempo. La caccia verrà esercitata intorno alle acque dell’arcipelago nipponico e nella zona economica esclusiva, mentre non dovrebbe riguardare l’Antartide. “La caccia sarà condotta in conformità con la legge internazionale ed entro i limiti Iwc per evitare l’impatto negativo sulle risorse di cetacei”, ha sottolineato Suga, condividendo il concetto di “caccia sostenibile” e sottolineando che si tratta anche di un fatto culturale: in Giappone mangiare la balena fa appunto parte della loro cultura.

La storia dell’adesione del Giappone all’Iwc è abbastanza controversa: entrò a farne parte nel 1951, quindi fu costretto a interrompere la caccia dei cetacei a fini commerciali nel 1982, in linea con la moratoria internazionale. Nel 1987, la caccia riprese per fini scientifici e non è servita neppure la diffida ricevuta nel 2014 dalla Corte di giustizia dell’Aja, che riteneva un pretesto lo scopo scientifico. L’industria e il commercio delle balene a fini commerciali, in sostanza, non si era mai praticamente fermato e questa decisione è solo una ratifica di scelte consolidate. Nell’area, ci sono Paesi come Nuova Zelanda e Australia che sono fermamente contrari alla caccia alle balene, così come si muovono molte organizzazioni per la tutela degli animali marini. In Europa, la caccia alle balene è ripresa da qualche mese in Islanda ed è stata incentivata grandemente in Norvegia.

Leggi anche –> Pesca alle balene, la Norvegia incrementa il numero di esemplari cacciabili

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI