Home News Il Ponte dell’arcobaleno, un luogo magico per cani e gatti volati in...

Il Ponte dell’arcobaleno, un luogo magico per cani e gatti volati in cielo

Il ponte dell’arcobaleno, un luogo di passaggio tra la realtà, la fantasia e la trascendenza che affascina migliaia di amanti degli animali

L'husky e la padrona (Foto Pixabay)
L’husky e la padrona (Foto Pixabay)

Quando uno dei nostri amici quattro zampe scompare, è inevitabile che la tristezza prevale poiché lascia un vuoto incolmabile nelle nostre vite. Tuttavia, per consolarci di questa grande perdita esiste esiste una leggenda definita “Il ponte dell’arcobaleno”. Una storia che indica il luogo esatto nel quale gli animali scomparsi si ricongiungono dopo la morte. Ecco di cosa si tratta.

Il ponte dell’arcobaleno, un luogo meraviglioso tra immaginazione e realtà

Il prato verde (Foto Pixabay)
Il prato verde (Foto Pixabay)

Il ponte dell’arcobaleno è un luogo magico, dove l’erba è sempre fresca e profumata e i ruscelli scorrono tra le colline per permettere agli animali di dissetarsi. Ognuno di loro è libero di giocare con gli altri animali e godersi le giornate tra divertimento e cibo a volontà. In questo posto meraviglioso hanno la possibilità di trovare sempre il proprio cibo preferito acqua fresca per dissetarsi e un sole splendente per riscaldarsi. In tale luogo hanno l’occasione di continuare ad essere circondati dall’allegria che nella precedente vita hanno ricevuto dai loro padroni e anche se non sarà lo stesso, avranno comunque la possibilità di condurre un’esistenza serena, senza sofferenze.

Inoltre, se in passato hanno avuto una vita dolorosa sul Ponte dell’Arcobaleno potranno vivere l’esistenza che hanno sempre sognato, lontana dal dolore che hanno attraversato nell’epoca precedente. Infatti, se nella loro esistenza terrena hanno dovuto subire sofferenze e angherie di vario tipo, all’interno di tale luogo, avranno la possibilità di rifarsi, dedicandosi a coltivare il benessere di cui finora sono stati privati. Ugualmente, se prima erano vecchi o malati potranno tranquillamente ritrovarsi sani e forti, esattamente com’erano nei giorni precedenti alla loro malattia.

Nonostante ciò, essi non si dimenticano mai i loro padroni, non lo farebbero per nulla al mondo, perché la loro felicità più grande continuerà ad essere quella di regalare amore a chi li ha scelti e ha condiviso con loro i momenti più importanti. Ora vi starete chiedendo, com’è possibile sapere se ci stanno pensando? Semplice, all’improvviso, si fermano a scrutare cosa succede al di là della collina per vedere il loro padrone.  Non appena ciò accade, i suoi occhi si illuminano e  inizia a correre velocemente verso l’orizzonte, sempre più rapidamente. Una dimostrazione fondamentale della loro devozione e fiducia.

Potrebbe interessarti anche: 

Benedicta Felice