Home News Ippopotami riconosciuti come persone giuridiche: è la prima volta

Ippopotami riconosciuti come persone giuridiche: è la prima volta

E’ una decisione storica quella assunta su alcuni famosi ippopotami riconosciuti come persone giuridiche. Così saranno salvati.

Mammifero originario dell'Africa
Mammifero originario dell’Africa (screen Instagram)

La notizia sembra davvero bizzarra ma è la realtà. Alcuni mammiferi sono stati dichiarati persone con diritti e doveri ma c’è un motivo ben preciso per cui questo è accaduto. Lo Stato che ha assunto tale decisione, ha in realtà cercato di salvarli da una aggressiva campagna di sterilizzazione. Diversi infatti i pareri contrari manifestati e le organizzazioni animaliste che si sono schierate contro cercando di bilanciare una coesistenza pacifica tra uomo e animale. Il moltiplicarsi della specie sembra sia un problema per la biodiversità e la vegetazione ma la decisione assunta spinge a cercare una soluzione meno aggressiva. Ma dove sta avvenendo tutto questo?

Ippopotami riconosciuti come persone giuridiche: sono di Pablo Escobar

Il lussuoso ranch di Pablo Escobar
Il lussuoso ranch di Pablo Escobar (screen Instagram)

Sono ritornati sotto la luce dei riflettori già da diversi giorni gli ippopotami riconosciuti come persone giuridiche. Sarebbero proprio quelli di Pablo Escobar i mammiferi in questione che, salvati e liberati dal lussuoso ranch del narcotrafficante nel lontano 1993, ora risultano essere un problema per il governo colombiano.

LEGGI ANCHE >>> 50 anni e non sentirli: l’ippopotamo più longevo partorisce ancora (VIDEO)

Si perché i mammiferi liberati dal ranch erano soltanto 4 esemplari ma, nel corso degli anni si sono riprodotti ed oggi si ha difficoltà anche a conoscere il numero certo. Per alcuni sarebbero 80 per altri addirittura 120 ma, la loro natura invasiva, è un problema da risolvere per lo Stato. La loro origine è africana e la Colombia non è il loro habitat naturale pertanto risultano essere una minaccia per la vegetazione, per i letti dei fiumi e per il diffondersi di eventuali malattie. Proprio per questo lo Stato aveva dato inizio ad una campagna di sterilizzazione riuscendo a sterilizzare 24 esemplari.

LEGGI ANCHE >>> L’ippopotamo è pericoloso per l’uomo: perché lo attacca

Ma questa non è la soluzione per alcuni esperti che si sono opposti al metodo di sterilizzazione usato proponendone alcuni più sicuri. Una membrana estratta dalle ovaie dei maiali potrebbe essere la soluzione al problema e, in attesa che una decisione venga assunta, il giudice federale ha concesso agli ippopotami questo status. Bisognerà capire se i diritti e doveri assunti dagli animali influenzeranno sulla campagna di sterilizzazione.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

M.F.G