Home News Legato a un sacco pesante per non scappare, rischia di morire nel...

Legato a un sacco pesante per non scappare, rischia di morire nel tritarifiuti – FOTO

Un cane si è trovato in pericolo quando è stato gettato nel cassonetto e ha rischiato di morire nel tritarifiuti se non fosse stato per un passante – FOTO.

Cane nel cassonetto
Cane nel cassonetto (Facebook – Lega Nazionale per la Difesa del Cane sez. Ostia)

Casi di abbandono sono all’ordine del giorno, e avvenimenti come questi sono anche in aumento. A Roma, precisamente nel quartiere di Centocelle, una tragedia è stata sfiorata. Un cucciolo di cane ha rischiato di morire in un tritarifiuti dopo essere stato gettato in un cassonetto della spazzatura. Poteva diventare tragedia se non fosse stato per una passante.

Ha rischiato di morire nel tritarifiuti, cane abbandonato in un cassonetto – FOTO

cane abbandonato cassonetto roma
Cane abbandonato (Facebook – Lega Nazionale per la Difesa del Cane sez. Ostia)

Essere al momento giusto nel posto giusto, il cagnolino ha vissuto il suo piccolo miracolo, quando una signora che si trovava in via Aufidio Namusa, nella zona di Centocelle/Alessandrino, lo ha sentito lamentarsi. Il cagnolino, infatti, per richiamare l’attenzione di qualcuno, chiedendo aiuto, aveva iniziato ad abbaiare in modo disperato.

Ti potrebbe interessare anche >>> Nata con zampa deformata e abbandonata: in attesa dell’operazione

La donna che si trovava li e aveva sentito i rumori sospetti, ha cercato di capire da dove provenissero i guaiti disperati e di lì a poco ha scoperto la triste verità: i pianto proveniva all’interno di un bidone dell’immondizia. Quando la signora ha aperto il coperchio ha visto che incastrato tra le varie buste dei rifiuti era incastrato un cucciolo di cane. Così la signora lo ha liberato e tirato fuori e in un secondo momento ha chiamato anche le forze dell’ordine chiedendo aiuto.

Ti potrebbe interessare anche >>> Albero di Natale ingabbiato: la reazione del gatto alla vista del “nemico” dietro alle sbarre (VIDEO)

Come abbia fatto a finire in quella situazione è ancora poco chiaro, ma secondo quanto riportato tramite il post Facebook da Lega per la difesa del Cane di Ostia, il cagnolino è in possesso di un microchip. Tuttavia non sono stati in grado di rintracciare il proprietario ed è per questo che attualmente il cucciolo si trova al canile della Muratella, in attesa di una nuova adozione.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE TWITTER 🐶🐱

Anche se le dinamiche precise non si conoscono è indubbio che il cagnolino sia finito lì da solo. Tramite la loro pagina Facebook, la Lega per la difesa del Cane di Ostia ha lanciato un appello per cercare di trovare informazioni relative al cagnolino e sperano di trovare qualche testimone disposto a far luce sulla vicenda. Il cagnolino ha rischiato la vita, infatti se non fosse stata per la signora, sarebbe finito nel tritarifiuti.