Home News Morso ragno violino: pioggia di chiamate al pronto soccorso

Morso ragno violino: pioggia di chiamate al pronto soccorso

CONDIVIDI

Si moltiplicano le chiamate per morsi di ragno violino

morso ragno violino
Ragno violino

Il ragno violino è una delle specie di ragni velenosi e pericolosi in Italia.

Tuttavia, anche se il suo morso è doloroso e può provocare irritazioni o effetti locali, fortunatamente non è letale né estremamente pericoloso se non per le persone allergiche.

Un ragno di piccole dimensioni. Il corpo non supera il centimetro e con le zampe arriva ad un massimo di 4-5 cm. Il suo veleno ha un effetto necrotizzante ovvero disgrega i tessuti nei dintorni della zona colpita. Un veleno tipico di molti ragni e che arriva a provocare delle profonde ferite.

Leggi–>Morso da un ragno: le urla del figlio di notte svegliano la madre

Recentemente, una giovane ragazza è finita in ospedale dopo essere stata morsa da un ragno violino.

Quella delle emergenza da morso di ragno violino è una situazione che sta contraddistinguendo l’estate 2019.

Di fronte all’aumento di chiamate ai pronti soccorsi per i morsi da ragno violino, gli esperti del Centro antiveleni del Policlinico Gemelli di Roma ha voluto tranquillizzare i cittadini.

“Possiamo tranquillizzare la popolazione: il ragno violino non è un animale pericoloso o velenoso, e nella maggior parte dei casi il suo morso provoca solo fenomeni locali di scarso significato clinico, come arrossamento, prurito e irritazione. Insomma, non c’è un ‘allarme ragno violino”, rassicurano dal Centri antiveleno.

Interpellato da AdnKronos Salute Paolo Maurizio Soave del Centro antiveleni del Gemelli ha spiegato che “questo aracnide è un animaletto schivo e solitario. Vive in campagna, nelle crepe fra i muri, e bisogna stuzzicarlo, anche involontariamente, perché arrivi a mordere, in genere per difesa”.

“In generale però il danno è di tipo locale, con un edema che può evolvere in un’area necrotica e dare una piccola emorragia. In rari casi questo tipo di lesione può richiedere un piccolo intervento chirurgico”, precisa Soave.

Sia nel 2015 che nel 2017, si sono verificati due decessi. Tuttavia si trattava di pazienti che avevano patologie preesistenti.

Il pericolo potrebbe emergere in persone allergiche alla tossina del ragno, in persone con patologie croniche o bambini piccoli.

In ogni caso, si moltiplicano le chiamate e pare che vi sia una vera e proprio fobia collettiva.

Soave ha voluto evidenziare che “la lesione è simile alla puntura di un’ape. In caso di un sospetto morso del ragno violino, non è assolutamente necessario allarmarsi e correre in pronto soccorso. Meglio consultare un Centro antiveleni, descrivendo le circostanze in cui è avvenuto il morso, i segni e i sintomi eventualmente presenti”.

Non esistono trattamenti farmacologici specifici. La cura consiste in antibiotici e cortisonici e solo in rari casi si rivela necessaria la toilette chirurgica della lesione.

Oltre al ragno violino, è presente un altro ragno, molto più pericoloso. Il ragno malmignatta, lontano parente della vedova nera che nei giorni scorsi ha morso un cinquantenne. Fortunatamente è difficile incontrarlo. Il suo morso può avere delle conseguenze sul sistema nervoso ed è necessario un antidoto specifico.

Leggi–> Avere molti ragni in casa è un chiaro segno che si vive in un luogo sano

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI