Home News 7.000 dollari di multa per la detenzione illegale di animali selvatici in...

7.000 dollari di multa per la detenzione illegale di animali selvatici in casa

A Singapore, un cittadino ha ricevuto una multa dal tribunale distrettuale per la detenzione illegale di animali selvatici nella sua casa.

multa detenzione illegale animali
Esemplare di petauro dello zucchero, detto anche impropriamente “scoiattolo volante” (Foto di andyround62 da Pixabay)

La detenzione di animali selvatici è condannata dalla legge e punita penalmente. Purtroppo nonostante le diverse norme legislative a tutela degli animali e contro i crimini ambientali, sono ancora molto frequenti casi di detenzione illegale di fauna selvatica. Proprio un caso di questo genere è stato scoperto due giorni fa a Singapore (ufficialmente Repubblica di Singapore), una città-Stato del sud-est asiatico, situata sull’estrema punta meridionale della penisola malese su un arcipelago formato da 58 isole, la più grande e principale delle quali è appunto l’isola di Singapore. Un cittadino di questa grande metropoli è stato dichiarato colpevole di sette accuse ai sensi del Wildlife Act.

Singapore: la detenzione illegale di animali selvatici e la multa di 7.000 dollari ricevuta

detenzione animali selvatici illegale
Esemplare di iguana (Foto di Gleb Korovko da Pixabay)

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Nell’abitazione dell’uomo sono stati rinvenuti diversi animali selvatici: un Lori lento della Sonda (secondo la classificazione scientifica Nycticebus coucang), un piccolo primate simile a una scimmia nativo di Singapore e di altre parti del sud-est asiatico, in particolare dell’arcipelago della Sonda, un gruppo di isole dell’Asia sud-orientale nel settore occidentale dell’arcipelago malese; cinque petauri dello zucchero (o, secondo la classificazione del botanico Linneo del 1758, Petaurus breviceps), detti impropriamente “scoiattoli volanti”, piccoli marsupiali provenienti dalle foreste pluviali della Nuova Guinea, capaci di spiccare lunghi salti planati grazie alla membrana estensibile che collega gli arti; un’iguana verde, rettile proprio dell’area tropicale delle Americhe, in una fascia che va dal Messico meridionale fino al Brasile centrale, al Paraguay e alla Bolivia, presente anche nelle isole Galápagos e nei Caraibi.

Ti potrebbe interessare anche >>> Una storia a lieto fine per la bertuccia Calogero, adesso finalmente libera

Secondo le leggi vigenti a Singapore, il Lori lento della Sonda, il petauro dello zucchero e l’iguana verde sono considerati animali selvatici, la detenzione dei quali è illegale. Impossessarsene senza l’approvazione scritta del direttore generale della gestione della fauna selvatica costituisce quindi un reato grave.

Ti potrebbe interessare anche >>> La difficile vita dei leoni Muñeca e Leo e la loro storia d’amore (VIDEO)

Il Lori lento della Sonda, inoltre, dal momento che l’unico primate velenoso a Singapore, è inserito nella lista delle specie faunistiche protette ai sensi della Parte I delle regole del Protected Wildlife Species 2020. Il tribunale distrettuale di Singapore, ai sensi del Wildlife Act, ha potuto così dichiarare l’uomo colpevole di sette accuse, per le quali è stato condannato a pagare una multa di 7.000 dollari. Gli animali sono stati sequestrati e verranno portati in un centro di recupero, per essere reintrodotti in natura. (di Elisabetta Guglielmi)