Home News Nottata di grandine e pioggia, il cane Mia si nasconde su un...

Nottata di grandine e pioggia, il cane Mia si nasconde su un treno

Grandine e pioggia nella notte, il cane Mia ha Paura e si nasconde su un treno.

Mia cane pioggia
Mia e Il poliziotto (Questura di Padova- Facebook)

In queste giornate di caldo afoso in molti si sono augurati che le temperature calassero e che arrivasse un po’ di pioggia, finalmente la notte scorsa è arrivato il temporale, che ha fatto abbassare di qualche grado le temperature. Oltre alla pioggia è arrivata anche la grandine, infatti in vari posti d’Italia stanotte c’è stato un vero e proprio temporale caratterizzato da fulmini, tuoni, lampi e grandine.

Se in molti hanno giovato dell’aria fresca e hanno trovato finalmente un po’ di respiro, altri si sono spaventati tra questi c’è il cane Mia. Gli animali, si sa non amano i temporali e cani e gatti soprattutto, tendono a spaventarsi per il rumore dei tuoni e della pioggia in generale.

Il cane Mia si spaventa per la pioggia e si nasconde su un treno:

mia grandine treno
Il cane Mia (Questura di Padova Facebook )

Un forte temporale e una bella grandinata hanno fatto spaventare Mia un cane femmina meticcio che è scappato spaventato dalla pioggia. Era con la sua dogsitter quando è scappata e si è ritrovata alla stazione di Padova, dove ha trovato sul primo binario un treno regionale in procinto di partire. Il cane deve aver ritenuto il treno un luogo sicuro e per questa ragione che ci è salito sopra rifugiandosi su un vagone. Mia una volta dentro, si è messa a correre fra i sedili creando scompiglio fra i passeggeri che hanno notato immediatamente il cane.

Potrebbe interessarti anche >>> Adottare un Cane da pastore mallorquin: carattere, stile di vita e padrone

Il capo del treno ha immediatamente allertato la Polfer, la polizia ferroviaria, che si è precipitata in pochissimo tempo prendendo l’animale e portandolo da un veterinario di propria conoscenza. Lo specialista ha visitato l’animale e ha verificato che non fosse ferito. Successivamente ha controllato se avessi un microchip ed effettivamente le era stato applicato, è stato grazie al microchip che in poco tempo il veterinario è riuscito a mettersi in contatto con il proprietario che è andato a recuperare immediatamente la povera Mia.

Potrebbe interessarti anche >>> Simba e Cooper, i cuccioli di cane che si abbracciano

Il proprietario infatti era molto preoccupato perché era già stato avvisato dalla dogsitter che il cane era fuggito e lo stavano cercando. Il treno è poi partito da Padova con un ritardo di una ventina di minuti, ciò che conta è che il cane sia tornato a casa sano e salvo. (Noemi Aloisi)