Home News Nuovo ponte di Genova: programmato per essere “Bird Friendly”

Nuovo ponte di Genova: programmato per essere “Bird Friendly”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:39
CONDIVIDI

Inaugurato lunedì 3 agosto il nuovo ponte di Genova ha in sé un importante aspetto: “Bird Friendly”. Le protezioni trasparenti sui pannelli evitano l’impatto mortale degli uccelli.

ponte di genova bird friendly renzo piano
Nuovo ponte di Genova Bird Friendly grazie al contributo di Renzo Piano (Foto Facebook Renzo Piano)

Tutti lo abbiamo visto. Con tanto di presenza delle più alte autorità dello Stato: dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e altri ancora. Parliamo dell’inaugurazione del nuovo ponte di Genova, dopo la catastrofe avvenuta poco meno di due anni fa, il 14 agosto 2020, quando il ponte Morandi crollò di sana pianta portando con sé, nel baratro, 43 vittime.

A due anni di distanza arriva la nuova inaugurazione che porta con sé importanti novità anche nel mondo animale. Di fatto il nuovo ponte di Genova è stato definito “Bird Friendly”. Ad annunciarlo la Lipu Birdlife Italia. La Lega in questione ha fatto sapere che, attraverso la disponibilità dell’architetto Renzo Piano, è riuscita a far inserire alcune marcature sulle barriere trasparenti con lo scopo di prevenire il gravissimo problema dell’impatto degli uccelli sulle vetrate stesse. L’organizzazione per la protezione degli uccelli ha aggiunto che: “Quest’ultime non vengono viste dagli uccelli, i quali, pensando di attraversarle, vi impattano con effetti, il più delle volte, fatali”.

Ti potrebbe interessare anche: Martedì 4 agosto 2020, Giornata Mondiale del Gufo: gli eventi

Nuove ponte di Genova “Bird Friendly”: la voce soddisfatta della Lipu

ponte di genova bird friendly marcature su vetri
Marcature sulle vetrate del nuovo ponte di Genova per evitare il violento impatto degli uccelli (Foto Facebook Lipu)

L’associazione animalista spiega che sulla nuova struttura, esattamente sui pannelli del viadotto, sono state inserite in stampa serigrafica linee orizzontali nere di due millimetri. Esse hanno una distanza tra di loro pari a tre centimetri. Una soluzione simile (e giustamente riproposta) a quella suggerita dal manuale “Costruire con vetro e luce rispettando gli uccelli”, edito dalla Stazione ornitologica svizzera. Testo molto accurato che è diventato un punto di riferimento. Uno scritto al quale ha contribuito anche la Lipu.

A parlare è stato anche e soprattutto il presidente della Lipu Aldo Verner, che in situazione di “vittoria”, come queste di oggi, non manca mai all’appuntamento: “La valle del Polcevera dove sorge il nuovo ponte è un’importante via di migrazione per gli uccelli selvatici – dichiara e continua il presidente della Lega in questione – Grazie a questo intervento pensiamo di poter salvare un gran numero di esemplari appartenenti anche a specie rare e minacciate”. 

Ti potrebbe interessare anche: I cani che si smarriscono tornano sempre a casa: arriva lo studio

L’auspicio e l’augurio che tutti si fanno è quello di vedere tali progetti anche in altre parti d’Italia, ove il rischio di schianto per gli uccelli è molto elevato. Potrebbe essere un modo per eliminare del tutto il problema in questione.

Davide Garritano