Home News Ollie, trovato agonizzante in una valigia, non ce l’ha fatta

Ollie, trovato agonizzante in una valigia, non ce l’ha fatta

CONDIVIDI
Ollie
Ollie

Ollie, un pitbull che ha catturato i cuori di centinaia di amanti degli animali da tutto il mondo, è morto. I veterinari hanno fatto tutto quello che potevano. Troppo gravi erano però le lesioni che aveva il povero animale. È stato pugnalato più di 50 volte e lasciato agonizzante in una valigia blu. Un passante ha ascoltato i suoi lamenti e ha chiamato le forze dell’ordine. Ollie è stato poi preso in affido dal VCA Hollywood Animal Hospital.

La storia di Ollie ha commosso tutti e nel giro di poche ore una pagina GoFundMe ha raccolto oltre 40mila dollari per le spese mediche. In particolare, le offerte e gli attestati di solidarietà sono giunti a centinaia da California, Minnesota e Washington. La notizia della morte di Ollie è stata data da Jan Milbyer, fondatore di Grateful Paws, tra coloro che più si sono spesi per la causa dell’animale. Struggenti le sue parole: “Piangevo quando era vivo, quindi sto ancora peggio ora. C’erano così tante persone che si sono offerte per adottarlo. Ma è morto sapendo che era circondato da persone che si preoccupavano della sua sorte”.

“Quando è morto, ci sono state le lacrime ovunque”, ha detto Linda Ream, portavoce della clinica veterinaria. Poi ha aggiunto: “I nostri medici hanno lavorato così duramente per dare a Ollie la possibilità di rimanere con noi”. Al povero cane potrebbe essere dedicato un memoriale, con i soldi finora raccolti dal crowdfunding. Inoltre, le donazioni andranno a pagare la fattura del veterinario di Ollie, che ora è superiore a 10.000 dollari. Messaggi di cordoglio per la morte del cane sono arrivati addirittura dalla Finlandia. Intanto, su chi ha commesso un gesto così violento la PETA ha posto una taglia da 5mila dollari.

Lancia il cane dall’auto, poi fa perdere le sue tracce

Nei giorni scorsi, le autorità di polizia hanno offerto una ricompensa di 5mila dollari a chi riesca a dare informazioni che conducano all’arresto della persona che a fine settembre ha lanciato un cane malato da un minivan a West Seattle. La Humane Society of the United States, che sta offrendo la ricompensa, ha detto martedì che il cane era in gravi condizioni quando è stato lanciato dall’auto, che si è fermata per compiere il gesto. “Questo è un caso molto inquietante e un atto di crudeltà animale”, ha dichiarato il direttore esecutivo del Seattle Animal Shelter, Ann Graves.

L’episodio si è verificato il 24 settembre nel blocco 5600 della 38a Avenue Southwest. Le autorità dicono che un testimone ha riferito che il cane è stato gettato da un minivan Dodge di colore viola. Il sospetto è descritto come un uomo afro-americano di grossa stazza e con i dreadlocks. Il Seattle Animal Shelter ha spiegato che l’animale è morto.

 

GM