Home News L’orsa DJ3 trasferita in un “carcere” in Germania: proteste in corso

L’orsa DJ3 trasferita in un “carcere” in Germania: proteste in corso

Nelle ultime ore un caso allarma gli animalisti: l’orsa DJ3 è stata trasferita in un carcere in Germania, gesto che ha destato molte preoccupazioni. Si ha la paura che il Casteller possa tornare ad avere altri orsi imprigionati al suo interno.

Orsa DJ3 Trasferimento
L’orsa DJ3 rinchiusa e sdraiata per terra (Facebook – LAV)

Quando si parla di animali selvatici, la faccenda si complica, e di molto anche. Sempre più aperte alcune diatribe sulla gestione di questi nostri amici che, la maggior parte delle volte, non fanno del male a nessuno. Eppure vengono presi di mira anche da alcuni gruppi politici o parte delle istituzioni. Più che la loro messa in sicurezza, si dovrebbe allontanare l’essere umano da alcuni habitat naturali. E la diatriba si accende ancora: è di poche ore fa la notizia dello spostamento in un “carcere” della Germania dell’orsa DJ3. Un trasferimento che ha destato molte preoccupazioni perché apre altri scenari pochi chiari, da esaminare al più presto.

Cosa c’è dietro il trasferimento dell’orsa DJ3 in Germania? Insorgono gli animalisti, spiegazioni subito

Orsa DJ3 Trasferimento
L’orsa DJ3 dietro le sbarre del carcere (Facebook – OIPA)

Si deve fare un passo indietro. Nel lontano 2011, quando la pandemia non sapevamo nemmeno cosa fosse di nome, l’orsa DJ3 veniva catturata con la “scusa” di aver frequentato delle zone urbanizzate. Il problema è sempre lo stesso: quelle zone potevano essere ospitare delle case? Ancora poche risposte.

LEGGI ANCHE >>> Orsa tenuta in cattività per 20 anni: ancora ripete lo stesso gesto – VIDEO

Ora è tornata alla ribalta proprio il suo caso, ma per un altro punto. Da poche ore, nel silenzio totale, l’orsa è stata trasportata in un “carcere” della Germania. Il tutto è avvenuto in poche ore. E questo non fa presagire nulla di buono. Anche perché un posto al Casteller si libera.

Potrebbe essere stata trasferita per far spazio ad altri orsi. Il che significherebbe la cattura di altri esemplari. Per evitare di trovarsi spiacevoli sorprese dinanzi agli occhi, magari proprio durante un’intervista, gli animalisti insorgono e chiedono delle spiegazioni alle istituzioni della provincia di Trento.

LEGGI ANCHE >>> L’orsa JJ4 non può essere catturata: cancellata l’ordinanza

La paura è tanta. OIPA e LAV si sono già espresse attraverso dei comunicati stampi e vogliono vederci chiaro fin da subito. Anche altre associazioni si stanno facendo avanti. Il trasferimento non era nell’ordine del giorno e in questa situazione, com’è successo in altre ancora, ci sono degli aspetti da chiarire fin da subito. Anche perché, nei giorni scorsi, nessun allarme era stato dato. Vedremo nelle prossime ore cosa accadrà e quali saranno i riscontri su questa vicenda fin troppo “losca”!

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.