Home News Orso resta con Paolo Beber: conclusa la vicenda giudiziaria

Orso resta con Paolo Beber: conclusa la vicenda giudiziaria

CONDIVIDI
orso paolo beber
Orso e Paolo Beber (Facebook)

Il cane Orso resta con il suo proprietario Paolo Beber: conclusa la vicenda giudiziaria che aveva coinvolto l’ex clochard e il suo fedele amico.

Si è conclusa nel migliore dei modi la vicenda di Paolo Beber, un ex senza fissa dimora, al quale a inizio giugno dello scorso anno era stato sequestrato il cane Orso. Il cane era ‘recluso’ nel canile municipale, poi già dopo qualche settimana, era già stato restituito al suo proprietario. Per Paolo Beber però i guai non erano finiti: il suo cane, secondo l’accusa, avrebbe morso una persona e di questo ne ha dovuto rispondere direttamente il proprietario, come prevede la legge. Poi si erano aggiunti altri episodi. Nelle scorse ore, la vicenda si è davvero conclusa.

Le accuse a Paolo Beber

A Paolo Beber venivano contestati diversi episodi: l’aver aizzato il cane contro delle giovani rom, innanzitutto. Quindi, dopo il primo sequestro del cane, venne accusato di minacce e violenze a pubblici ufficiali. Infine l’accusa di minacce e lesioni ad un operaio. Per tutti questi episodi, Paolo Beber è stato condannato, ma ha potuto patteggiare la pena: infatti, ha ottenuto il risarcimento alle parti offese. Inoltre, è stato condannato a 4 mesi per resistenza a pubblico ufficiale con la sospensione condizionale della pena.

Questo gli ha evitato di distaccarsi dal suo Orso. La sentenza è stata possibile anche grazie alla gara di solidarietà di molti amici di Paolo Beber, che hanno contribuito alle spese legali. In tal modo, l’uomo ha potuto risarcire le parti offese, andando appunto incontro al patteggiamento della pena.

Orso e Paolo Beber festeggiano su Facebook

L’annuncio della fine della querelle giudiziaria è stato dato dallo stesso Paolo Beber, che su Facebook ha scritto: “E’ confermato, in prigione non vado. Grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato in questo anno di sofferenza e ansia. Un grazie ancora all’avvocato Matteo Pallanch che mi ha aiutato in questa situazione. Sono pieno di gratitudine. Orso: questa volta non ci hanno divisi”. La notizia è accompagnata da una foto del cane Orso, che finalmente potrà davvero restare per sempre con Paolo Beber.

GM