Home News Mamma orso soppressa: aveva rifiuti nello stomaco

Mamma orso soppressa: aveva rifiuti nello stomaco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:42
CONDIVIDI

Mamma orso soppressa con rifiuti nello stomaco

orso rifiuti umani

Una mamma orso è stata notata con comportamenti anomali nel Parco di Colorado Springs. Il personale specializzato in fauna selvatica della riserva Colorado Parks and Wildlife, ha deciso di prelevare l’orsa con i suoi cuccioli per verificare le sue condizioni.

Purtroppo, dalla diagnosi dei veterinari, l’orso stava soffrendo e per questo i veterinari non hanno potuto fare altro che sopprimerlo.

Dall’autopsia, sono stati trovati nello stomaco dell’orso ogni tipo di rifiuti umani: resti di frutta e alimenti vari, nonché pezzetti di plastica come anche mozziconi di sigarette.

Nello stomaco dell’orsa, scrive il personale del parco, vi erano “pollo crudo, patata, mozzicone di sigaretta, foglio di alluminio, sottaceto, patatine fritte, involucro di hamburger, asciugamani di carta, semi di uccello, fagioli, frutta, involucri di burro, il tappo di una penna, plastica di rivestimento per le caramelle.”

Scarti ritrovati all’interno dello stomaco dell’orsa

Inoltre, l’orsa presentava un grosso tumori all’interno della cavità nasale che si stava estendendo verso l’area del cervello. Qualcuno aveva sparato all’orsa, colpendola sul muso. I veterinari hanno ipotizzato che l’animale fosse stato colpito lo stesso giorno in cui è stato notato il suo comportamento anomalo dal personale del parco.

Il personale rispondendo ad alcuni utenti ha confermato che “il colpo di fucile ha contribuito al comportamento irregolare dell’orso”.

I cuccioli fortunatamente sono abbastanza grandi per sopravvivere da soli. Per questo, saranno poi rilasciati in montagna.

Purtroppo, il tema dell’inquinamento umano, si estende anche ai rifiuti, lasciati dagli escursionisti o cacciatori. Per questi esemplari, a caccia di cibo, un sacco di spazzatura è un pasto prelibato e goloso. Le conseguenze sono però devastanti per le specie selvatiche e marine.

Si tratta di un triste fenomeno, che colpisce la fauna. Anche nel Mediterraneo è piuttosto comune e sempre più frequente il ritrovamento di esemplari con rifiuti umani di ogni tipo e plastica nello stomaco.

>> Sardegna: capodoglio incinta trovato morto, 22 kg di plastica in corpo
>>Cucciolo di Dugongo trovato morto con della plastica nello stomaco

 Il video dei due cuccioli, prima del rilascio:

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI