Home News Pastille era piccola e sola: ora ha trovato chi le dona amore

Pastille era piccola e sola: ora ha trovato chi le dona amore

CONDIVIDI

Una gattina viene trovata abbandonata per strada, ma ha trovato una donna che l’ha presa con sé. Il fatto è accaduto a Montreal e la micia è stata ribattezzata Pastille. La piccola aveva solo tre settimane di vita e stava vagando da sola, quando è stata presa in consegna dalla donna, che l’ha poi portata in un rifugio locale, lo Chatons Orphelins Montreal. Qui ha avuto tutto l’aiuto di cui aveva bisogno, in quanto era praticamente pelle e ossa. Le hanno fatto il bagnetto, avvolgendola in un asciugamano.

Hanno spiegato dal rifugio: “Non mangiava da tempo. Quando le abbiamo dato un biberon di latte, si è buttata a capofitto per mangiare”. Pastille mangiava tantissimo e diventava più forte. Le mancava però l’affetto. Invece, a un certo punto nella sua vita è apparsa Marscha, una gatta di 16 anni. La miciona ha deciso che doveva prendersi cura della gattina e ha iniziato ad accudirla e a curarla.

Pastille, rapidamente, ha anche iniziato ad assumere gli atteggiamenti tipici di nonna Marscha. La ama davvero tanto e difficilmente si stacca da lei. Dal canto suo, Marscha è molto protettiva e ricambia quell’amore, insegnandole tutto. La nonna, inoltre, è molto paziente con lei. Intanto, la gattina ha imparato a bere acqua da una grande ciotola e sta divenendo autonoma. Spiegano dal rifugio: “Esplora tutto e ci segue per casa”. Insomma, Pastille in queste settimane è senza dubbio cresciuta e rigenerata.

Meravigliose storie di adozioni

Sono tante e straordinarie le storie di adozioni tra animali, di alcune di queste vi abbiamo raccontato di recente. Ad esempio, emerge la vicenda di Max, un cavallo da corsa che rischiava di essere soppresso dopo la pensione, ma che è stato salvato dal “3 Sisters Equine Refuge”. Max ha iniziato una nuova vita e in poco tempo è diventato papà adottivo di un cavallo orfano di nome Poo.

Straordinaria è poi la vicenda di un Pit bull e dei gattini rimasti senza mamma. Ma a fare da nuova madre a questi tenerissimi micetti è proprio la cagnetta, che a sua volta si ritrova con solo tre zampe a causa di passate, dolorose vicissitudini. Questo però non provoca alcuna difficoltà. Ed anzi amplifica il bisogno di donare amore.

GM