Home News Il Presepe che fa parlare: protagonisti gli amici animali (FOTO)

Il Presepe che fa parlare: protagonisti gli amici animali (FOTO)

La scuola di addestramento quest’anno ha proposto il Presepe fatto con gli amici animali. Molte le polemiche nate

Presepe della scuola cinofila (Screen Facebook)
Presepe della scuola cinofila (Screen Facebook)

Finalmente è arrivato il Natale. Il magico periodo dell’anno che tutti i bambini aspettano per ricevere i doni tanto attesi da Babbo Natale, mentre i più grandi ammirano lo spirito delle feste che c’è nell’aria. Gli addobbi, le luci brillanti e gli alberi che riempiono le case e le vie delle città. Come sempre, immancabile il Presepe. Una vera e propria arte che ogni anno lascia affascinati in molti per le meravigliose opere che vengono realizzate.

Quest’anno, con un Presepe personalizzato, la scuola di addestramento cinofilo di Xalapa in Messico, ha voluto deliziare i suoi followers sui social con foto davvero particolari. Come dimostrazione di quanto siano educati, belli e “bravi studenti” la scuola ha scattato delle foto ai loro allievi vestiti da personaggi del Presepe.

C’è Maria, Giuseppe, Gesù e anche qualche personaggio aggiunto come un diavoletto.
Però sotto al post non sono mancate alcune polemiche, scaturite da chi non ha apprezzato la “ridicolizzazione” come la definiscono loro, dell’idea e sacralità che c’è dietro il Presepe, e chi non ha apprezzato il dover far subire agli animali il travestimento e il dover stare in posa per scattare le foto.

Potrebbe interessarti anche: Passa accanto ad un presepe e vede un cane che dorme nella mangiatoia

Il Presepe molto discusso che ha come protagonisti gli amici animali

Gli animali con i loro costumi (Screen Facebook)
Gli animali con i loro costumi (Screen Facebook)

Ci troviamo in Messico, dove la scuola K-9 di Xalapa ha voluto regalare ai propri followers degli scatti che immortalano gli allievi canini della scuola, mentre rappresentano i personaggi classici e non, del Presepe.

Tra di loro possiamo individuare Gesù, Maria insieme a Giuseppe. Ma non possono mancare la Stella cometa, i Re Magi ma anche un diavoletto. A prendere parte alla rappresentazione svariate razze di cuccioli come Pastore Tedesco, Labrador Retriever e Pastore Belga.

Sotto il post tantissimi i commenti di utenti che hanno apprezzato questa rappresentazione alternativa, con protagonisti gli amici animali, non vedendoci nulla di male, anzi trovandolo adorabile.

Il più bello!” scrive qualcuno accompagnando la frase con tanti cuori, o “come hanno fatto a far stare tutti fermi?” scrive qualcun altro aggiungendo faccette sorridenti, “che carino!!! Il più puro di cuore“.

Non sono mancate però polemiche. Da una parte c’è chi non ha apprezzato il far rappresentare personaggi legati alla sacralità del Presepe da animali, trovando risposta in alcune persone che hanno fatto notare che se questa è la loro linea di pensiero, allora si dovrebbero anche vietare le recite nelle scuole dato che per renderle divertenti per i bambini spesso si ironizza.

Dall’altra alcuni utenti non hanno apprezzato il dover “obbligare” questi cuccioli a dover fare una cosa così innaturale per loro, come mascherarsi e restare immobili per le foto.
Mi sembra che non ci stanchiamo mai di ridicolizzare i nostri animali domestici” scrive qualcuno, “poveri animaletti” scrive qualcun altro, o ancora “amo gli animali in generale, ma non ritengo che un evento come la nascita di Gesù debba essere rappresentato con animali, fatta eccezione per il mulo e il bue che facevano parte della stalla“.

Insomma molte opinioni discordanti fra loro. Dietro le intenzioni della scuola cinofila non ci sarà stata nessuna malizia o desiderio di deridere ne la santità del Presepe ne gli animali stessi, volendo magari solo regalare un sorriso a chiunque avesse guardato le foto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.