Home News Il primo sito per denunciare i maltrattamenti sugli animali d’allevamento

Il primo sito per denunciare i maltrattamenti sugli animali d’allevamento

Il primo sito per denunciare i maltrattamenti sugli animali. Le denunce devono riguardare solo le specie da allevamento

Maialino (Foto Pixabay)
Maialino (Foto Pixabay)

Un grande passo in avanti per la lotta ai maltrattamenti degli animali negli allevamenti. Il segno tangibile dell’importanza dell’impegno nella tutela di ogni essere vivente che deve essere trattato con rispetto e uguaglianza. Stiamo parlando del primo sito in Italia dedicato alla denuncia delle violenze compiute verso gli animali lanciata dall’associazione denominata Essere animali.

Potrebbe interessarti anche: Una sentenza a difesa dei suini dell’allevamento: una decisione storica

Il primo sito per denunciare i maltrattamenti sugli animali, un progetto molto importante 

pecora espressiva (Foto Pixabay)
pecora espressiva (Foto Pixabay)

Sulla piattaforma si potranno segnalare casi di maltrattamento verso gli animali d’allevamento e non quelli da compagnia come cani e gatti. La precisazione è stata fatta perché gli animali domestici ricevono già la protezione e la salvaguardia da parte delle altre associazioni.  Il procedimento per contrastare ogni forma di sopruso è molto semplice. Basta segnalare in forma anonima delle illegalità che si sono verificate all’interno degli allevamenti e nei macelli. A tale operazione si possono aggiungere anche le segnalazioni riguardanti le illegalità che riguardanti l’inquinamento ambientale, lo sfruttamento del lavoro, i problemi sanitari e le frodi alimentari.

Potrebbe interessarti anche: Lou e i 170 cani salvati da un allevamento degli orrori – VIDEO

Una volta individuata la sezione corrispondente al problema è necessario compilare un form e avviare la segnalazione. Nel momento in cui l’associazione riceverà l’avviso, provvederà a valutare la comunicazione, indagando se si tratti di reato o meno. In caso positivo, il fatto verrà denunciato all’autorità competente, seguendo tutto il percorso giudiziario reso possibile grazie al supporto di avvocati, veterinari e specialisti, prendendo in carico gli oneri per le spese veterinarie. Un progetto prezioso che dà voce a tutti quegli animali costretti a subire costanti sofferenze, senza ricevere nessun tipo di protezione e attenzione da parte degli esseri umani. “Per superare i maltrattamenti compiuti negli allevamenti occorre l’impegno da parte di tutta la società. Il progetto offre il proprio sostegno a chiunque volesse segnalare dei reati, dando alle Forze dell’Ordine dei servizi concreti per degli interventi mirati. Ogni anno si nascondono delle zone d’ombra dove i reati vengono compiuti quotidianamente. Vogliamo diffondere una luce per illuminare questo buio. Anche gli animali allevati per diventare cibo devono essere protetti e vanno tenuti lontano dalla sofferenza” ha affermato un membro dell’associazione. I nostri migliori complimenti per l’iniziativa creata.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Benedicta Felice