Home News Rapito dall’esercito russo come trofeo di guerra: la storia di Adik mette...

Rapito dall’esercito russo come trofeo di guerra: la storia di Adik mette i brividi

Il cane Adik era stato rapito dall’esercito Russo e ora è finalmente tornato a casa grazie ad uno scambio di prigionieri tra i due paesi.

adik rapito esercito russo
Adik il cane rapito dall’esercito russo finalmente tornato in Ucraina (Foto Twitter –
Ragnar Sass – amoreaquattrozampe.it)

É iniziato ormai da quasi un anno il conflitto tra Russia e Ucraina e in questi lunghissimi mesi sono state molte le storie di animali, vittime anche loro degli scontri e delle dinamiche di potere. Oltre agli animali morti a causa delle bombe, gli innumerevoli randagi rimasti senza casa e famiglia, vi sono stati anche casi di sequestri e rapimenti. Gli animali venivano sequestrati dai soldati per portarli in Russia. Questo è quello che è accaduto ad un cane di nome Adik, rapito dall’esercito russo. Finalmente nel giorno di capodanno l’animale è tornato in Ucraina grazie ad uno scambio di prigionieri tra i due paesi.

Il cane Adik torna in Ucraina dopo il sequestro da parte dell’esercito russo

adik rapito esercito russo
Adik insieme agli altri prigionieri ucraini (Foto Twitter – смаглява Кєса – amoreaquattrozampe.it)

Continuano le tensioni tra Ucraina e Russia e continuano le storie di animali vittime di rapimenti e tratta da parte dei soldati russi. Tra gli animali sequestrati per essere portati in Russia, anche il cane Adik, un American Pit Bull Terrier di proprietà di una soldatessa ucraina. L’animale era stato portato via nel mese di giugno insieme ad altri combattenti che si trovavano a difendere l’acciaieria di Maripoul Azovstal Iron and Steel Works. Il 31 dicembre Adik è stato finalmente riportato nel suo paese durante uno scambio di prigionieri.

Ti potrebbe interessare anche >>> Rapiti in Ucraina dai soldati russi: innocenti utilizzati nella guerra – VIDEO

Adik era stato rapito dall’esercito russo e portato nel loro paese. Alcune fonti dicono che il cane sarebbe stato portato via dall’Ucraina per essere donato come trofeo di guerra al leader ceceno Ramzan Kadyrov.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Una volta ricevuto in dono sembra persino che Kadyrov avesse voluto rinominarlo dandogli il nome di “Adidas”. Esistono anche delle foto in cui è chiaramente visibile il cane in gruppo con gli altri prigionieri e un video in cui Adik si trovava in compagnia del leader Ceceno.

Ti potrebbe interessare anche >>> Sfuggono alla guerra in Ucraina e vivono una nuova vita negli USA: le FOTO del viaggio

Dopo quasi sei mesi dal rapimento, però, il cane è finalmente tornato nel suo paese. Adik è stato infatti parte di una trattativa in cui era previsto uno scambio di prigionieri tra i due eserciti. L’animale ha fatto ritorno in Ucraina insieme ad altri 140 sequestrati il giorno di capodanno e su Twitter ha iniziato a circolare la foto di Adik e della sua liberazione. In uno dei Tweet si può leggere la didascalia “ben tornato a casa Adik, il 2023 ha grandi progetti per te”. (G. M.)