Home News Ringhio, il cane tenuto nel letame dei polli: supera l’intervento

Ringhio, il cane tenuto nel letame dei polli: supera l’intervento

La storia del cane Ringhio, un bellissimo Maremmano, ha commosso tutto il web: tenuto dentro il letame dei polli poteva perdere la sua vita. Recuperato dai volontari Oipa ha iniziato una nuova vita.

Cane Ringhio Letame Polli
Il cane Ringhio al momento del ritrovo nell’allevamento di polli (Facebook – OIPA)

Quando le parole non bastano, subentrano i fatti, soprattutto se c’è da salvare qualcuno e bisogna farlo in fretta, prima che sia troppo tardi. Com’è stato nel caso del cane Ringhio salvato da dentro un letame per polli, ai quali faceva da guardia per un allevamento nella provincia di Ancora.

Un allevamento di quelli che destano scandalo e rabbia, del quale il proprietario pensa solo ai soldi e a tenere gli animali in condizioni pietose, fino a portarli allo stremo delle forze. Per fortuna, però, per Ringhio è andata diversamente ed ora ha cominciato a solcare il terreno di una nuova vita, pregna d’amore e d’affetto, con tanto di sorpresa finale.

Il cane Ringhio torna a saltare dopo l’intervento alla zampa sanguinante: tenuto allo stremo delle forze

Cane Ringhio Letame Polli
Il cane Ringhio accarezzato da una volontaria (Facebook – OIPA)

Una vita, molto spesso, può essere anche una non vita in atto. Basta ritrovarsi al momento sbagliato, nel posto sbagliato e inizia il fattaccio. Stessa sorte che è capitata a un bellissimo cane di razza Maremmano di nome Ringhio tenuto in cattività, nella sporcizia e nel letame dei polli ai quale doveva fare da guardia.

LEGGI ANCHE >>> La nuova vita di Ringhio: il cane chiamato così in onore di Gattuso

Una storia davvero curda, che ha preso piede in quel di Ancona, esattamente in un allevamento di polli di Monte Roberto, comune della città poc’anzi citata. Il proprietario di questo allevamento teneva il cane dentro un box pieno di fango e sporcizia. Non solo: dentro il letame dei polli a completare il tragico quadretto.

Ringhio è stato liberato dall’intervento dei volontari Oipa, che sono intervenuti prima che fosse troppo tardi: perdeva tantissimo sangue da una delle due zampe anteriori. Subito dopo la liberazione è stato sottoposto a intervento chirurgico e la massa trovata nella zampa era di natura benigna. Una vera fortuna per lui.

LEGGI ANCHE >>> Novità sulla storia di Anacleto e Merlino: arriva l’adozione in coppia

Appena si è rimesso in sesto è arrivata la prima chiamata con tanto di adozione. Il Maremmano è stato accolto in una casa pregna d’amore. Ma subito dopo è arrivata la seconda sorpresa: il suo compagno nel canile, di nome Rey, è stato adottato dalla stessa famiglia che ha accolto Ringhio in casa. Non volevano separarli dopo i rispettivi traumi di vita passata. Ora, Ringhio e Rey, possono vivere una vita serena, all’insegna dell’amore.