Home News Sparano 88 volte: creduto morto cucciolo si nasconde terrorizzato (FOTO)

Sparano 88 volte: creduto morto cucciolo si nasconde terrorizzato (FOTO)

Gli sparano 88 volte e lo credono morto. Il cucciolo invece si nasconde terrorizzato, senza forze sperando che qualcuno si accorga di lui

Cucciolo trovato colpito da 88 proiettili (Screen Facebook)
Cucciolo trovato colpito da 88 proiettili (Screen Facebook)

Purtroppo la crudeltà dell’essere umano non ha fine. Azioni sconsiderate e piene d’odio continuano ad essere compiute. Vittime di molti di questi atti gli animali. Indifesi e senza scampo sono alla mercé della follia dell’uomo.

La Friends of Rescue racconta una terribile vicenda. “Da dove iniziare… il nostro sangue sta ribollendo” queste le prime parole utilizzare per riportare gli eventi che hanno distrutto il cuore dei soccorritori.

Un cucciolo si nasconde terrorizzato e allo stremo ormai delle sue forze. Era stato dato per morto dopo che per ben 88 volte avevano infierito su di lui con dei colpi di arma da fuoco. La vicenda ha portato rabbia e dolore all’organizzazione che ha fatto di tutto per salvare la vita al piccolo quattro zampe. Ma capiamo dal principio come si sono svolti i fatti.

Potrebbe interessarti anche: Nessuno l’ha impedito: cagnolina non camminerà più come prima (VIDEO)

Lo credevano morto: gli sparano 88 volte e il cucciolo si nasconde terrorizzato

Cucciolo subito dopo l'operazione (Screen Facebook)
Cucciolo subito dopo l’operazione (Screen Facebook)

La Friends of Rescue racconta la storia di un cucciolo che terrorizzato si nasconde dopo che qualcuno gli ha sparato 88 volte. La vicenda ha inizio con un uomo che era a fare trekking con il suo cavallo. Quando trova un cagnolino sdraiato sull’erba.

Non poteva avvicinarlo, ma era chiaro che fosse impaurito, non riusciva a muoversi ed era molto dolorante. L’uomo chiama subito aiuto e una delle volontarie dell’organizzazione si precipita sul posto indicato.

Meno male che era ancora lì, ma non era chiaro, dal suo lungo cappotto sporco, dove fosse ferito” viene scritto nel lungo post “e nel raccoglierlo si sentiva ogni osso del suo corpo” aggiungendo “quando l’abbiamo riportato in affido, abbiamo sentito dei noduli e delle ferite aperte sul suo collo, quindi abbiamo pensato che fosse meglio raderlo (fortunatamente il suo adottivo è un toelettatore)“.

Potrebbe interessarti anche: Cucciolo striscia impaurito: è un mistero il suo passato (VIDEO)

Quello che il suo corpo debilitato e stanco ha mostrato ha sconvolto i suoi soccorritori.
Era ricoperto di ferite, soprattutto nella zona del collo. In principio si pensava che fosse stato aggredito, ma poi la terribile realtà. Quelli nel suo corpo erano proiettili di fucile.
Gli hanno sparato con una pistola da fuoco e la ferita iniziale era enorme” spiegano “questo cane è stato colpito, senza dubbio a distanza ravvicinata. Gli stavano sparando per essere ucciso e di conseguenza è rimasto impaurito, dolorante e solo in una siepe fino a quando non è stato trovato“.

Difficile anche solo poter immaginare quale terrore abbia vissuto il piccolo pelosetto.
I veterinari erano scioccati dallo stato nel quale versava il cagnolino. Pesava pochissimo e aveva appena circa 7 mesi. Troppo piccolo per la crudeltà vissuta. Subito è stato sottoposto ad una terapia, con dei liquidi per combattere la sua disidratazione e anemia.

Dopo le radiografie è stato sottoposto ad un’operazione per estrarre più proiettili possibili. Al termine dell’intervento il corpicino del quattro zampe era freddo, così è stato avvolto nelle coperte su dei cuscinetti termici.

Potrebbe interessarti anche: Cucciolo piangeva da giorni, voleva solo essere aiutato (FOTO)

Per il momento ancora non è in grado di camminare, probabilmente a causa del forte dolore che prova. Il piccolino resterà presso la struttura veterinaria fin quando non si sarà ripreso

Possiamo solo immaginare come deve essere stata la sua breve vita per trovarsi in questa posizione” commentano dalla Friends of Rescue “non possiamo immaginare cosa sarebbe successo se non fosse stato avvistato. Sappiamo che era lì per nascondersi e probabilmente non voleva essere trovato, ma era troppo dolorante per andarsene“.

La speranza dell’organizzazione è che il cucciolo possa comprendere che le attenzioni e l’amore che sta ricevendo, non siano un’anomalia, ma quello che avrebbe dovuto sempre provare, non la cattiveria e la paura con le quali è stata riempita la sua vita. Tutto cambierà e finalmente potrà iniziare a provare cosa significhi essere davvero felici.