Home News Tartaruga uccisa dalla stringa di una sedia sdraio, “Colpa dell’inciviltà” – FOTO

Tartaruga uccisa dalla stringa di una sedia sdraio, “Colpa dell’inciviltà” – FOTO

CONDIVIDI
tartaruga
La tartaruga rimasta uccisa da una sedia lasciata da qualche incivile

Ecco perché bisogna sempre portare via i nostri rifiuti da spiaggie o qualsiasi altro luogo. Gli animali possono pagare con la vita la nostra inciviltà.

Sabato mattina, la pagina Facebook di ‘Fort Morgan Share the Beach’ ha pubblicato una straziante foto nella quale era ritratta una tartaruga sdraiata a testa in giù sul bordo dell’oceano, in una località degli Stati Uniti, strangolata a morte dalla stringa di una sedia da spiaggia che le si era attorcigliata intorno al collo. Si trattava di una variante della specie ‘di Kemp’. Parliamo di un esemplare molto raro in natura, a forte rischio estinzione, come specificato dai membri di ‘Fort Morgan Share the Beach’.

“Questa tartaruga di Kemps-Ridley che è nella lista degli animali in via di estinzione è stata trovata così questa mattina. Questo rende tutti noi così tristi ed al tempo stesso così arrabbiati. Quante centinaia di volte dobbiamo chiedere alle persone di raccogliere le loro cose? Dovrebbe essere qualcosa di normale seguire il senso della decenza!”. Anche la ‘US Fish & Wildlife Service’ classifica la tartaruga marina di Kemps Ridley come a forte rischio estinzione.

“Questa tartaruga è stata uccisa dall’inciviltà umana”

Il declino di questa specie è dovuto principalmente alle attività umane, inclusa la pesca diretta di adulti e delle loro uova e la cattura accidentale nelle operazioni di pesca commerciale. Da diverso tempo sono comunque in vigore degli stretti vincoli protettivi che hanno fatto segnare una lievissima ripresa della popolazione di questi rettili. Osservando le condizioni della sedia, si può desumere che sia rimasta in acqua per un bel pò di tempo, prima che la tartaruga si imbattesse in essa.

Ed ovviamente la responsabilità è tutta dei bagnanti, che molte volte non si curano di ripulire il posto visitato dalla loro immondizia. Questo purtroppo può facilmente avere risvolti catastrofici sulla fauna locale, come è appunto stato nel caso della tartaruga morta soffocata. “E tutto ciò era evitabile al 100%. Quando impareranno le persone a rispettare gli altri esseri con i quali conviviamo sulla Terra? Per favore, condividilo ovunque e spero che faccia la differenza”. scrive ‘Fort Morgan Share the Beach’. In un’altra circostanza, una tartaruga era stata ritrovata gravemente ferita. E pur di salvarla, una persona ha messo a rischio i propri interessi.

A.P.