Home News Tinder: la App per adozioni dei 4zampe

Tinder: la App per adozioni dei 4zampe

CONDIVIDI

adozioni tinder

Il fenomeno degli abbandoni colpisce numerosi paesi e in quelli più industrializzati il tema è al centro di numerose campagne di sensibilizzazioni a ridosso dell’estate periodo in cui si registrano il maggior numero di animali abbandonati. Gli esemplari più fortunati vengono trovati e accolti in dei rifugi che provvedono a mettere in sicurezza l’animale, alle cure e successivamente a fare adottare l’animale. Molto spesso, alcuni animali domestici passano il resto della loro vita dietro le sbarre del canile o gattile, in attesa di trovare l’anima gemella umana, d’incrociare uno sguardo che s’innamori di loro, invano.

Ecco perché i social sono diventati dei veri e propri veicoli per comunicare e diffondere molte storie di pelosi bisognosi. Tanto che ormai, i commenti più diffusi sono sullo stampo: “Guardando tutti gli annunci sui Facebook, viene voglia di adottarli tutti”.

In ogni modo, prendere un animale è una responsabilità importante per cui deve essere una decisione ben ponderata tanto più se si tratta di animali che sono già stati abbandonati. Spezzarli il cuore due volte sarebbe veramente crudele.

Tra i vari veicoli per diffondere il più possibile le schede dei centinaia di animali in attesa di adozione, negli Stati Uniti, la piattaforma Tinder, specializzata in Chat d’incontri, aveva lanciato anche l’applicazione per dispositivi Ios, per adottare un animale, chiamata AllPaws.

L’applicazione è approdata anche in Europa, ma non in Italia. Mentre in Francia è attiva dal 2009 e dispone di oltre 5mila schede di animali in attesa di un padrone. Secondo i dati, la piattaforma ha un grande successo, con più di 3milioni di visite al mese.

Per usufruire del servizio è sufficiente installare Tinder e basterà cliccare sul cuoricino per scoprire gli annunci e i rifugi dove è collocato l’animale. Inoltre, gli annunci sono geolocalizzati per cui sarà più semplice individuare il luogo più vicino alla propria abitazione. Le schede sono composte da informazioni sull’animale con tanto di foto e contatti e opzioni sulla taglia, il sesso e l’età.