Home News Torino: cane lasciato sul balcone senza cibo né acqua, interviene la polizia

Torino: cane lasciato sul balcone senza cibo né acqua, interviene la polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:42
CONDIVIDI

Torino, un cane è stato lasciato solo su un balcone, sprovvisto di cibo e acqua. In suo soccorso è intervenuta la polizia municipale

cane lasciato balcone
Cane sul balcone (Foto Pixabay)

Ancora un atto di incuranza e disumanità contro un essere innocente e indifeso.

A Torino, un cucciolo è stato trovato fortemente deperito. Il cane era stato lasciato da solo, sul balcone di un’abitazione, senza cibo né acqua.
A salvarlo è stato l’intervento della polizia municipale, avvenuto in seguito ad una segnalazione.

Potrebbe interessarti anche: Sorveglia dal balcone cane abbandonato per giorni e lo adotta: la storia di Blacky

Lasciato da solo su un balcone, cane trovato in gravi condizioni

cane
Cane sul balcone (Foto Pixabay)

Il suo salvataggio è avvenuto ieri mattina ad opera della polizia municipale. Gli agenti avevano ricevuto una segnalazione per un animale detenuto in condizioni inadeguate, in un abitazione locata in via Maria Mazzarello.

Il cane era stato lasciato sul balcone di una casa, da solo e con la serranda dell’appartamento abbassata. Il suo stato ha però destato la preoccupazione di alcune persone, che si sono attivate per segnalare le condizioni del quattro zampe alle forze dell’ordine e richiedere il loro intervento.

Al loro arrivo, i vigili hanno assistito ad una scena terribile: il cucciolo, un meticcio di piccola taglia, era ridotto a pelle e ossa. Il piccolo era costretto in uno spazio circondato dai suoi stessi escrementi e le sue ciotole non contenevano né cibo né acqua.
Infine il cane non vantava alcun riparo dal sole.

Potrebbe interessarti anche: Cane abbandonato al sole sul balcone: salvataggio a Milano

Per recuperare il cucciolo è stato necessario anche l’intervento dei Vigili del Fuoco.
Il quattro zampe una volta salvato, è stato affidato alle cure dello staff del canile comunale.

Alcune testimoni hanno raccontato che il cane era anche sfinito anche per aver cercato più volte una via di fuga da quelle condizioni orribili, ma i suoi tentativi non sono mai andati a buon fine.

Giacché al momento del recupero il proprietario era assente, verrà contattato in seguito dagli agenti e dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamento di animali.

M. L.