Home News Totti Nainggolan e altri vip complici inconsapevoli di una truffa di animali

Totti Nainggolan e altri vip complici inconsapevoli di una truffa di animali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:54
CONDIVIDI

Erano ignari  di tutto Totti , Nainggolan, Zaza e moltissimi altri Vip del mondo del calcio che inconsapevolmente hanno alimentato il commercio di cani spacciati come di razza ma che in realtà erano dei meticci.

Francesco Totti
Francesco Totti ignaro di tutto: la sua foto veniva utilizzato per sponsorizzare la vendita di meticci spacciati per cani di razza rari

Sono finiti nell’occhio del ciclone moltissimi calciatori che ignari di tutto, sono stati coinvolti in una truffa di animali, come riportato da alcuni quotidiani nazionali tra cui Il Messaggero la società “I cuccioli di Carlotta”  sponsorizzava la vendita di meticci spacciandoli per cani di razza rari, utilizzando la notorietà e la fiducia che le persone ripongono in molti calciatori.

Calciatori coinvolti inconsapevolmente in una truffa di animali

Radja Nainggolan
Radja Nainggolan ignaro di tutto: la sua foto veniva utilizzato per sponsorizzare la vendita di meticci spacciati per cani di razza rari

Nomi del calibro di Totti, Nainggolan, Zaza, Sorensen e Pussetto sono stati coinvolti. Il loro coinvolgimento nonostante siano completamente ignari ai fatti è stato determinante.

Per promuovere la truffa ai danni di persone che volevano acquistare un cane di razza sono state usate le foto dei giocatori con alcuni cuccioli tra le braccia.

I calciatori erano infatti ignari delle foto pubblicate sul sito dell’azienda, che però  grazie ella loro notorietà è riuscita a vendere ai clienti dei cani meticci facendoli passare come cani di razza.

I prezzi dei meticci si aggiravano anche intorno ai 3500 €, gli esemplari secondo le descrizioni date sul sito erano ritenuti animali estremamente rari.

La scoperta della procura di Ravenna ha fatto si che fosse provveduto al sequestro degli animali e alla chiusura delle pagine dedicate all’attività illecita . “I cuccioli di Carlotta” era infatti una società Slovacca con la sede legale in un capannone abbandonato, secondo la procura i calciatori hanno avuto un ruolo determinante nel grande traffico dei cuccioli.

Personaggi famosi come Totti che da sempre si prodiga per cause benefiche infatti ha fatto si che le persone si fidassero del sito, che in realtà si è rivelato un sito poco affidabile e truffaldino.

La pubblicità del sito si basava infatti esclusivamente su foto di calciatori che stringevano tra le braccia teneri cuccioli, convincendo le persone a fidarsi del sito e acquistare i cuccioli.

Potrebbe interessarti anche:

L.L.