Home News L’ultimo pappagallo di Rio è solo: l’immagine che spezza il cuore –...

L’ultimo pappagallo di Rio è solo: l’immagine che spezza il cuore – FOTO

Un’immagine che sta facendo il giro del web e che spezza il cuore: l’ultimo pappagallo di Rio è solo e vola sopra uno zoo della città. Vuole sentirsi più vicino possibile ai suoi simili che sono rinchiusi da sempre nella struttura.

Ultimo Pappagallo Rio Solo
L’ultimo pappagallo in libertà a Rio (Facebook – Earth Times)

I tempi sono duri, lì fuori e dentro il nostro essere. Potremmo fermarci già qui e iniziare a indagare dentro noi stessi. Poi, però, ci sono anche i fatti, da raccontare, sui quali non basta solo il mero racconto, ma una visione, da porre su esso, più ampia e che punti a far emergere le contraddizioni, o addirittura il male, del nostro tempo. I fatti attraverso le foto. Le foto attraverso i fatti. I due aspetti viaggiano in parallelo. Come sta viaggiando, nel web e sui social, un fatto a dir poco deprimente, che va oltre ogni tipo di indignazione. Quello che ritrae l’ultimo pappagallo di Rio de Janeiro che sorvolo uno zoo del posto. Una scena a dir poco raccapricciante. Che apre una riflessione molto profonda.

L’ultimo pappagallo è solo: chi di noi, esseri umani, vorrebbe vivere una tale esistenza?

Ultimo Pappagallo Solo Rio
Pappagallo ara blu espressivo (Foto Pixabay)

Ci vuole il salto, di qualità, non importa se sia preciso o meno, in quel caso di può modellare una volta compiuto. Ma è il salto che tutti noi siamo chiamati a fare, parte della Natura. Noi esseri umani, nei confronti degli altri animali, che per anni abbiamo schiavizzato in maniera atroce.

LEGGI ANCHE >>> Pappagallo vola sul cornicione di un palazzo. Anziano cerca di salvarlo

Senza riportare commenti, discussioni, pareri di esperti. Basta la foto. Quella dell’ultimo pappagallo, l’Ara gialloblu, che vola sopra i cieli di Rio de Janeiro, in Brasile. Un’immagine che ha tolto fiato, e forse, anche le speranze. Ma noi siamo qui per questo: per ribaltare gli scenari che ci si pongono dinanzi agli occhi e portare una speranza in azione.

L’esemplare si poggia sulla struttura della città: un zoo, dove sono rinchiusi altri esemplari. Usiamo il verbo rinchiudere appositamente. Perché gli zoo, come i circhi o gli acquari non sono altri che posti infernali, dove gli animali non si sentono a loro agio e dove non avrebbero mai scelto di vivere.

LEGGI ANCHE >>> Pappagallo di Cotton de I Pirati dei Caraibi: storia e curiosità – FOTO E VIDEO

Un esemplare. Uno solo. Cresciuto anch’esso in cattività, ma riuscito a volare via. E quel volo, oggi, è tornato al punto di partenza. Quell’immagine è una richiesta d’aiuto a noi esseri umani, che ancora ci battiamo per far sì che le cose cambino. Perché le cose, se si vuole, possono cambiare. E basterebbe un solo gesto: chiudere lo zoo, rieducare i nostri bambini alla cultura del rispetto e lasciar volare liberi gli altri pappagalli. E non solo! Battersi per la libertà, degli altri come la nostra, senza paura!

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.