Home News Viterbo, cane avvolto dalla tromba d’aria: lo salvano per miracolo

Viterbo, cane avvolto dalla tromba d’aria: lo salvano per miracolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:37
CONDIVIDI

A Viterbo una tromba d’aria distrugge tutto quello che trova: al suo interno anche un cane che, però, viene salvato in extremis.

cane tromba d'aria viterbo
Un cane sulle rotaie (Fonte Facebook)

In Italia l’estate sembra essere giunta a conclusione. In gran parte della penisola, soprattutto durante quest’ultimo weekend, si sono abbattute violenti piogge e nubifragi che hanno portato danni a strutture e persone. Un maltempo davvero con fiocchi… di grandine. Tant’è che in alcune città italiane è stato chiesto lo stato d’emergenza da diversi governatori delle varie Regioni d’Italia, una su tutte il Veneto.

Il governatore Zaia ha chiamato il premier Giuseppe Conte che ha preso in considerazione l’istruttoria per approvare lo stato d’emergenza massima. Di questi violenti scossoni climatici, ripetiamo con abbondanti piogge e forti nubifragi, a farne le spese sono anche i nostri amici a quattro zampe, di sicuro molto deboli difronte a tanta forza naturale. Spostandoci da Nord verso Sud, fermandoci però al Centro Italia. Siamo a Viterbo, nel Lazio, e la vicenda di oggi riguarda un piccolo cucciolo di maremmano. Quest’ultimo è stati protagonista di un fatto davvero increscioso che, fortunatamente, si è concluso con un lieto fine.

Ti potrebbe interessare anche: Legnano, maltempo: il cane cade al piano inferiore

A Viterbo un cane viene salvato dopo una tromba d’aria: tirato via dal vento per diversi metri

cane auto
Cane salvato dalla polizia (Foto Instagram)

Una storia che poteva finire davvero male, si conclude con il lieto fine. Ormai lo sappiamo bene: col maltempo molti animali possono finire in pericolo. Ed è quello che è successo a Viterbo, al piccolo cucciolo di maremmano. Come riporta TusciaWeb, una tromba d’aria si è abbattuta anche su di lui, trascinandolo via per centinaia di metri.

In molti abitanti hanno assistito a scene di lamiere, carrelli e tetti che volavano via. In mezzo a tutto ciò c’era anche il cucciolo. Quest’ultimo era nei pressi della stazione in strada Rinaldone. Due cittadini del posto si sono accorti di lui e, avendo a disposizione una semplice e grossa lamiera volata via, lo hanno poggiato su di essa.

In un primo momento il cane, per il terribile spavento, non voleva nemmeno bere. Poi, con l’arrivo e l’intervento del veterinario le cose sono andate, pian piano, modificandosi. Il cane ha ripreso conoscenza e si è abbeverato. Per il momento non si è ancora capito di chi possa essere il cane che è comunque sotto stretta sorveglianza delle autorità competenti. Il forte vento tramutatosi in tromba d’aria può averlo portato lontano dalla propria abitazione per decine e decine di metri.

Davide Garritano