Home News Volevano sopprimerla, ma un angelo ha salvato la cagnolina (FOTO)

Volevano sopprimerla, ma un angelo ha salvato la cagnolina (FOTO)

Il proprietario voleva sopprimerla per il difetto fisico con il quale è nata. Per fortuna ha trovato un angelo sulla sua strada

Olivia (Screen Instagram)
Olivia (Screen Instagram)

L’imperfezione non è un qualcosa che ci rende meno perfetti. E poi chi ha detto che per essere amati bisogna essere perfetti? L’amore va oltre le apparenze, va oltre i difetti, va oltre le imperfezioni. L’amore va oltre.

E per fortuna questa piccola, innocente e tenera cagnolina ha incontrato qualcuno sulla sua strada che ha saputo guardare oltre la malformazione con la quale è nata. La sua vita inizia come una triste storia.

Nata da un allevatore di cani di piccola taglia, la sua non perfetta forma fisica non la rendeva un guadagno per l’uomo che ha deciso di sbarazzarsi di lei, in uno dei modi più atroci: voleva sopprimerla.

Portata da un veterinario per l’eutanasia, l’operatore appena l’ha vista non ha constatato nessun valido motivo per porre fine alla sua giovane e appena iniziata vita. Così deciso a salvarla, si è preso cura di lei. Questa la sua storia.

Potrebbe interessarti anche: Costretto a sopprimere il cane: l ultimo saluto dopo 14 anni insieme VIDEO

Il proprietario voleva sopprimerla, un angelo l’ha salvata

La meravigliosa Olivia (Screen Instagram)
La meravigliosa Olivia (Screen Instagram)

Neanche ad un anno dal suo primo respiro, il suo allevatore voleva già porre fine alla sua vita. Così ha deciso di portatala da un veterinario per sbrigare, quella che per lui era evidentemente, solo una pratica da togliersi di torno.

Ma l’uomo appena l’ha vista, non ha potuto fare a meno di innamorarsi di lei e non trovare un valido motivo per una simile crudeltà. Così ha contattato la Homeward Trails per chiedere aiuto.

La piccolina era nata senza le zampette anteriori. Il veterinario era certo che la cucciola con il giusto aiuto avrebbe potuto vivere una vita lunga, sana e in forze.
Così la cucciola è stata portata al rifugio Homeward Trails, pesando poco più di mezzo chilo.

Grazie a dei donatori, a radiografie e tanti consulti ortopedici si è arrivati ad una soluzione per poter aiutare la piccola. Con il sostegno di una sedia a rotelle o un carrello la sua vita potrà procedere normalmente non provocando danni alle due zampette posteriori, o al resto del fisico.

La costruzione del mezzo è stata affidata alla Bionic Pets, specializzata in questo, e appena fornito un dispositivo provvisorio, si è subito messa all’opera per costruire quello definitivo, che sarà pronto in qualche settimana.

Al momento la piccolina, alla quale è stato dato il nome di Olivia, è stata affidata provvisoriamente a chi si prenderà cura di lei e la aiuterà a capire come muoversi con l’aiuto del nuovo dispositivo.

Di lei dicono che iperattiva, e che nonostante quello che per molti potrebbe essere un problema limitativo, lei è come se non ne risentisse, saltellando da una parte all’altra.
Le persone che si stanno prendendo cura di lei sperano che la sua storia possa essere d’ispirazione per molte persone perché “se quel cucciolo può farlo accadere, allora forse posso farlo io“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da issa (@issagraphy)

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

F.D.M