Home Pets & Kids Animali da cortile rari: le specie da giardino che non conoscevi

Animali da cortile rari: le specie da giardino che non conoscevi

Animali da cortile rari, specie che puoi decidere di tenere nel tuo giardino. Vediamo quali sono questi animali e a quali specie appartengono.

animali da cortile rari
(Foto AdobeStock)

Negli ultimi anni sono tante le persone che hanno preferito la campagna alla città ed è stata una conseguenza poi decidere di allevare determinati animali.

Questo oltre che un hobby, molto spesso finisce nel diventare un vero e proprio business per gli allevatori.

Proprio per questo motivo sono in tanti a decidere di allevare animali da cortile rari che hanno il compito di impreziosire il giardino.

Animali da cortile rari: specie da giardino

Vengono definiti da cortile, gli animali che sono qualificabili di bassa corte che possono vivere nei pressi delle abitazioni.

conigli da cortile
(Foto AdobeStock)

Animali da cortile ornamentali, da ammirare per la loro bellezza.

Alcuni esempi sono: le galline, i polli, i conigli, le papere, le anatre, oche e i pavoni.

Negli ultimi anni poi, questi animali sono diventati molto popolari e tanto in voga. In particolare gli animali da cortile rari che in tanti adorano tenere in giardino per adornare la propria casa di queste affascianti specie.

Specie rare da cortile e da giardino

Animali da cortile rari che in tanti aspirano ad allevare nel proprio giardino, per renderlo ancor più naturale e incantevole.

pony in giardino
(Foto AdobeStock)

Galline

La gallina è un animale allevato per uova, compagnia e ornamento. Le razze più rare:

  • Gallina tirolese;
  • Bantam giavanese;
  • Olandese ciuffata;
  • Gallina ornamentale Orpington;
  • Gallina Nana Calzata.

Uccelli

Come non includere tra gli animali da cortile ornamentali anche gli uccelli come:

  • Colomba Pavoncella;
  • Colombo Romagnolo;
  • Cravattato olandese.

Oche

Oca, nome italiano di un numero considerevole di uccelli, appartenenti alla famiglia delle Anatidae. Le razze più rare:

  • Anser canagicus;
  • Oca collorosso;
  • Oca lombardella.

Tacchini

Il tacchino è un grosso uccello di origine centro nord americana, attualmente allevato quasi in tutto il mondo. Le razze più rare:

  • Ermellinato di Rovigo;
  • Fulvo di Benevento;
  • Nero d’Italia.

Anatra

Anatra, nome comune di un importante numero di uccelli anseriformi, appartenenti alla famiglia degli Anatidi.

anatra smergo con cappuccio
(Foto AdobeStock)

Le razze più rare:

  • King eider;
  • Smergo con cappuccio;
  • Anatra pezzata gazza;
  • Anatra ciuffata.

Conigli

Con il termine coniglio si definisce un gruppo di animali appartenente alla famiglia dei leporidi. Le razze più rare:

  • Cashmere lop;
  • Nano olandese;
  • Volpe svizzero.

Pecore

La pecora è un mammifero della famiglia dei Bovidae. Le razze più rare:

  • Percora di saas;
  • Naso nero del vallese;
  • Dorper.

Capre

La capra è un genere di caprini della famiglia dei bovidi. Le razze più rare:

  • Capra nana nigeriana;
  • Capra boera;
  • Capra vallesana;

Poni

Il pony è un cavallo di piccola statura, originario della Scozia e dell’Irlanda.

pony shetland
(Foto AdobeStock)

Le razze più rare:

  • Shetland;
  • Falabella;
  • Monterufoli

Maialini nani

Maialino nano è il nome usato per definire i piccoli suini domestici. Le razze più rare:

  • Mini Maialino di Göttinger;
  • maialino in miniatura Resident of Munich;
  • Kunekune neozelandesi.

Questi appena elencati sono solo alcuni dei più bei animali da cortile rari che possiamo con orgoglio mostrare nel nostro giardino, avendo, però, cura di creare loro il giusto habitat.

Potrebbe interessarti anche: Galline nel cortile, quali sono gli obblighi di legge da rispettare

Come tenere gli animali in cortile

Non esistono delle tecniche precise per tenere gli animali in cortile, alcuni vengono lasciati liberi; altri invece, vengono tenuti all’interno di un recinto per evitare che scappino (ad esempio i conigli).

maiale nel recinto
(Foto AdobeStock)

I recinti possono essere artigianali oppure comprati in negozi specializzati ma soprattutto stando all’esterno devono poter affrontare le intemperie.

Per quanto riguarda la recinzione occorre sempre tenere in considerazione la tipologia di animale in quanto deve poter assicurare una vita dignitosa agli animali che si desidera allevare.

Ovviamente, se si decidesse di lasciare liberi gli animali, qualsiasi tipologia di recinzione possa essere presa in considerazione, dovrà dare la certezza che gli animali non possano avere alcuna possibilità di uscire dalla proprietà.

Oltretutto dovrà assicurare di proteggere gli animali da cortile da potenziali predatori.

Potrebbe interessarti anche: Pecora come animale domestico: gli obblighi di legge da rispettare

Normative

Se si decide di allevare degli animali da cortile, si devono tenere in considerazione le normative vigenti a livello nazionale e comunale.

Le direttive comunali, riguardano per lo più l’igiene e la sanità pubblica, comunque collegate alla salute degli animali.

Le direttive nazionali sono invece regole che per lo più riguardano la salute degli animali da cortile, devono cioè garantire che gli animali vengano tenuti dignitosamente e non vengano maltrattati.

Le regolamentazioni in materia, come abbiamo appena specificato si basano su direttive nazionali ma sono normative comunali, quindi variano di paese in paese e variano anche a seconda dello scopo della detenzione di tali animali.

Raffaella Lauretta