Home Ricette per animali Mangime per pesci fai da te: come prepararlo in casa

Mangime per pesci fai da te: come prepararlo in casa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56
CONDIVIDI

Vuoi un mangime per pesci fai da te, non confezionato ma da creare in casa? Ecco quali sono le mosse giuste per creare il composto giusto.

Mangime per pesci fai da te
Cosa serve per preparare il mangime in casa (Foto Pixabay)

Vuoi che i tuoi pesci mangino sano e non consumino prodotti industriali? Ecco allora perché dovresti preparare la loro pappa in casa: vi sono varie ricette da seguire a seconda del tipo di pesce cui somministrarla. Preparando in casa il mangime per pesci consentirai loro di seguire una dieta sana ed equilibrata, con notevoli benefici anche per la tasca. Infatti gli alimenti che si vendono nei negozi sono di certo adatti al loro fabbisogno ma sono anche molto costosi e contengono spesso sostanze chimiche e ingredienti artificiali. Se abbiamo voglia di sperimentare possiamo seguire queste brevi ricette pensate apposta per i nostri amati pesci.

Mangime per pesci: cosa occorre

Pesci
Pesci: cosa mangiano in base alla loro tipologia (Foto Pixabay)

Pensi che fare del mangime per pesci in casa sia complicato? Nulla di più falso. Basterà procurarsi gli alimenti giusti, quelli più graditi ai nostri pesci e soprattutto scelti tra i cibi più buoni e selezionati per una vita sana e più equilibrata (Approfondisci qui: Salute dei pesci nell’acquario: ecco i consigli migliori) Bisogna però considerare che ogni pesce ha un’alimentazione specifica e mangiano in modo diverso, sebbene ci siano degli alimenti di base che vanno per ogni specie: gamberetti, merluzzo e salmone.

E’ bene variare con i cibi poiché i pesci sono abituati a cambiare spesso alimento quando ne vanno alla ricerca nei loro habitat naturali. E’ altrettanto importante provare a capire quali sono gli alimenti che gli piacciono di più. Ecco cosa serve per creare il tuo mangime fai-da-te:

  • frullatore
  • coltello affilato
  • padella
  • congelatore
  • vaschette per ghiaccio.

Cosa mangiano i pesci: a ciascuno il suo cibo

Cosa mangiano i pesci erbivori
Ingredienti per pesci erbivori (Foto Pixabay)

Non bisogna pensare che tutti gli alimenti siano adatti a tutte le specie di pesce. Vi sono quelli carnivori, gli erbivori e gli onnivori: non si tratta di una questione di gusto bensì di sopravvivenza per la loro specie. Quindi distinguiamo le tipologie di pesce e il composto più adatto a loro.

Pesci carnivori: devono cibarsi di alimenti a base di carne o altri pesci.

Pesci erbivori: mangiano mix a base di vegetali, in particolare di alghe (pensiamo ai pesci pulitori).

Pesci onnivori: si nutrono sia di piante sia di carne, e per fortuna sono la specie più diffusa.

I vari tipi di mangime per pesci

Mangime per pesci carnivori
Ingredienti per pesci carnivori (Foto Pixabay)

Ora diamo un’occhiata ai vari tipi di mangime che si possono creare in casa. Bisogna distinguere quelli a base vegetale, quelli a base di carne e quelli misti.

Mangime vegetale: ingredienti e ricetta

Procuriamoci della verdura a foglia verde, perché ricca di minerali e vitamine. Inoltre ricorda loro quella che solitamente si trova nell’habitat naturale. Si preferiscano spinaci, cavoli, alghe e lattuga. Aggiungiamo al mix anche della frutta selezionata, tra cui: mele, pere, broccoli e piselli. Meglio cuocere a vapore o sbollentarli prima di metterli nell’acquario. Può sembrare strano ma i pesci amano l’aglio che, oltre a donare gusto, ha grandi proprietà anti-batteriche.

Scottiamo tutte le verdure e frulliamole insieme fino a creare un composto cremoso: meglio aggiungere dell’avena e infine della gelatina insapore per amalgamare il tutto. Il composto si potrà conservare anche nelle vaschette da freezer per essere sempre a disposizione, soprattutto quando non avrai tempo di prepararlo.

Mangime a base di carne

Se il tuo pesce è carnivoro dovrà mangiare altri pesci, quindi per il suo palato saranno adatti: salmone, trota, merluzzo e tonno. Non disdegnerà neppure i vermi che, oltre ad essere molto gustosi, sono anche molto economici, insieme a cozze, vongole e larve. Si possono acquistare anche nei negozi di surgelati: l’importante è eliminare i residui che non sono stati consumati dall’acquario, per evitare che il cibo imputridisca e rilasci un cattivo odore persistente. In piccola percentuale vanno bene anche alimenti a base di carne grassa, ma senza esagerare!

I pesci carnivori hanno bisogno di tante proteine, quindi è bene unire vegetali ad alto contenuto proteico e carne di manzo, pesce bianco e gamberetti. Dopo aver frullato le verdure già scottate, uniamo la carne e i pesci che avremo sgusciato e spinato. In una ciotola sciogliamo la gelatina calda e uniamola al composto per amalgamarlo: si potrà anche surgelare e consumare in seguito.

In alternativa si potrebbe creare una ricetta con del pesce ma senza cottura, tutto a crudo, verdure comprese. Uniamo spinaci, piselli, cetriolo, gamberetti, granchio, merluzzo amalgamandoli con un po’ di acqua e unendo infine la gelatina.

Il cibo surgelato può essere conservato fino a 12 mesi.

LEGGI ANCHE:

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI