Home Video Metà bufalo e metà coccodrillo: il vitellino che sorprese tutti in Thailandia

Metà bufalo e metà coccodrillo: il vitellino che sorprese tutti in Thailandia

CONDIVIDI

contenuto 100% originale

Le mutazioni genetiche degli animali sono piuttosto diffuse e in alcuni paesi, questi animali dalle sembianze particolari possono arrivare ad assumere diversi significati o messaggi: dal ruolo di divinità a buoni auspici per i residenti dei villaggi.

Credenze popolari che si mescolano ad una realtà contemporanea sempre più materialistica. Ma per alcune società restano vive più che mai. E’ quanto emerge dai casi come quelli che si sono verificati in India di capre nate ciclope e rispettate come divinità oppure recentemente della capra con sembianze demoniache. Quello che per la scienza si riveste di un significato per alcune civiltà più arcaiche, queste nascite rappresentano tutt’altro e in Thailandia ad esempio nel 2015, si registrò un caso in cui un piccola creatura sconvolse la popolazione locale di Wanghin, un piccolo villaggio remoto, vicino a High Rock.

La storia di quella creatura “fantastica” rimbalzò sui media di tutto il mondo e il video di un cucciolo di bufalo, nato morto a causa probabilmente di mutazione genetiche, divenne virale L’esemplare era tuttavia ha destato un gran clamore e ha diviso la popolazione tra terrore e stupore.

Infatti, la curiosa creatura nonostante avesse le sembianze di un cucciolo di bovino presentava la pelle con squame, come quello di un coccodrillo. Anche in questo caso, anziché percepire il fenomeno come un dato di fatto o come un cattivo presagio, i residenti hanno accolto la povera creatura come una benedizione.

Tra le ipotesi oltre a quella di una vera e propria mutazione genetiche alcuni hanno evidenziato la possibilità di un’alterazione del corpo dopo il decesso in quanto l’aspetto sembrava compatibili con  con ustioni da fiamma

“Porterà fortuna al villaggio e a tutti i suoi abitanti”, sostennero i residenti che esposero la salma dell’esemplare, circondandola di incensi e candele per renderle omaggio e chiedendo prosperità per il villaggio.

C.D.