Home Non solo Cani e Gatti Carne no, finocchio sì: tutto quello che c’è da sapere sull’alimentazione del...

Carne no, finocchio sì: tutto quello che c’è da sapere sull’alimentazione del coniglio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:27
CONDIVIDI

Una dieta sana ed equilibrata è di primaria importanza per i lagomorfi al fine di evitare problemi di denti, di digestione e obesità. Vediamo cosa può mangiare e cosa è assolutamente vietato dell’alimentazione del coniglio

alimentazione coniglio
L’alimentazione del coniglio (Foto fonte Pixabay)

Avete appena adottato un coniglio e non sapete quali cibi offrirgli? Avete dubbi sulla sua alimentazione? Niente paura, continuate semplicemente a leggere.

Una dieta sana ed equilibrata è importante per evitare problemi di salute al coniglio, tra i più comuni, l’obesità e i problemi a denti e apparato digestivo.

Alimentazione del coniglio: cosa deve mangiare

alimentazione coniglio
Cosa mangia il coniglio?

Dopo aver messo casa in sicurezza per il coniglio ora è tempo di dedicarsi alla sua alimentazione. Le parole chiave sono: acqua e fieno. Questi due elementi devono essere sempre puliti, freschi e a disposizione del coniglio.

Posizionate il fieno fresco, pulito e croccante sia nella fieniera sia sparso sopra la lettiera; i conigli amano rosicchiare mentre fanno i bisogni. Il fieno è di vitale importanza per la vita del coniglio perché da una parte con la continua masticazione l’animale consuma i denti in continua crescita prevenendo problemi di masticazione e malocclusioni dentali, dall’altra perché il fieno garantisce il giusto apporto di fibre necessarie al sistema gastrointestinale dell’erbivoro.

Se non avete erba fresca di prato sappiate che la verdura cruda non dovrebbe superare il 20% del peso del coniglio ogni giorno divisa in 2 o più pasti. Ma attenzione, non tutta la verdura è permessa nell’alimentazione del coniglio (continua a leggere). Ricordate di tirare fuori dal frigo la verdura affinché torni a temperatura ambiente, di lavarla per eliminare terra e pesticidi e di asciugarla per bene prima di somministrarla al coniglio per evitare che il pelo si bagni.

La verdura non deve essere mai cotta, congelata o ammuffita.

Troppo zucchero fa male al vostro amico peloso quindi frutta, pomodori e carote devono essere offerte con moderazione (solo qualche volta alla settimana); magari possono essere un premio! Se il coniglio è obeso sarà necessario ridurre al minimo o eliminare completamente gli zuccheri dalla sua dieta; chiedete consiglio al veterinario.

Come premio potete anche usare il pellet e mi raccomando scegliete sempre uno di buona qualità, che contenga almeno il 18% di fibra, senza cereali, fioccati e melasse.

Alimentazione del coniglio: ogni giorno

Ecco cosa può mangiare il coniglio ogni giorno:

  • fieno senza limitazioni;
  • asparagi;
  • borragine (anche i fiori);
  • carciofi (anche il gambo, senza spine);
  • erba di prato;
  • lattuga romana;
  • sedano e sedano rapa;
  • zucca e zucchine (anche i fiori);
  • finocchio;
  • topinambur;
  • rutabaga;
  • scorzonera;
  • crescione.

Alimentazione del coniglio: durante la settimana

Ecco cosa alternare durante la settimana nell’alimentazione del coniglio:

  • carote (parte arancione, zuccherina);
  • peperoni (senza foglie e semi, zuccherini);
  • pomodori (senza foglie e semi, zuccherini);
  • bietole;
  • broccoli;
  • catalogna;
  • cavolfiore;
  • cavolo cinese e cavolo cappuccio;
  • verza;
  • cetriolo;
  • coriandolo;
  • coste;
  • indivia riccia;
  • lattuga liscia;
  • radicchio rosso;
  • scarola.

Alimentazione del coniglio: solo ogni tanto

alimentazione coniglio
Frutta e verdura nell’alimentazione del coniglio (Foto fonte Pixabay)

Questo invece l’elenco dei cibi che il coniglio può mangiare una volta ogni tanto e in piccole dosi:

  • aneto;
  • basilico;
  • camomilla;
  • cavolini di Bruxelles;
  • cavolo nero toscano;
  • cicoria selvatica;
  • coriandolo;
  • erba cipollina;
  • erba medica (solo per i cuccioli);
  • fagiolini;
  • foglie di nasturzio;
  • fogli di senape;
  • menta;
  • ortica;
  • porcellana;
  • prezzemolo;
  • rape;
  • ravanelli
  • salvia;
  • tarassaco (o soffione o dente di leone);
  • timo;
  • trifoglio.

La frutta che si può offrire con moderazione e senza semi o nocciolo è:

  • albicocca;
  • polpa di ananas;
  • arancia senza buccia;
  • banana;
  • ciliegia;
  • fico;
  • fragola;
  • kiwi;
  • lampone;
  • mango;
  • mela senza semi;
  • melone;
  • mirtillo;
  • papaya;
  • pera;
  • pesca;
  • prugna;
  • uva senza semi.

Le foglie di piante commestibili sono: carpino, corbezzolo, faggio, frassino, gelso, ibisco, malva, melograno, nocciolo, olivo, salice, sorbo, tiglio, olmo e ontano.

Alimentazione del coniglio: cibi vietati

I cibi assolutamente vietati invece sono: aglio, avocado, biscotti, carne, cereali, cioccolata, cipolla, lattuga iceberg, fagioli, piselli, ceci, lenticchie, mais, mangimi, melanzana, merendine di ogni tipo, pane, patata (tutta), pesce, porro, rabarbaro, verdura, cotta, verdura surgelata o congelata.

Potrebbe interessarti anche >>>

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI