Home Non solo Cani e Gatti Alopecia nel gerbillo: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Alopecia nel gerbillo: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Alopecia nel gerbillo è la perdita totale o parziale del pelo nelle zone in cui è solitamente presente. Vediamo quali le cause, i sintomi e il trattamento.

gerbillo
(Foto AdobeStock)

Attualmente, per quanto gli amici a quattro zampe sembrino essere quelli sempre più presenti nelle nostre vite, in realtà, vuoi anche per spazio o per gestione, negli ultimi anni hanno preso il sopravvento animali domestici differenti da quelli precedentemente citati.

Si tratta per lo più di animali esotici e piccoli roditori, come il gerbillo ad esempio.

Di questi animali purtroppo, però, se ne conosce ancora troppo poco, in particolare delle loro esigenze e problematiche di salute.

Tematiche come l’alopecia nel gerbillo, non vengono proprio prese in considerazione, eppure è abbastanza frequente. Vediamo quindi le cause, i sintomi e il trattamento.

Cause dell’alopecia nel gerbillo

Le cause dell’alopecia nel gerbillo possono essere diverse, non è possibile, infatti, attribuire ad un solo fattore la responsabilità della condizione nell’animale.

gerbillo
(Foto AdobeStock)

Per fare alcuni esempi, potremmo iniziare dalla presenza di ectoparassiti sul gerbillo, come zecche e acari che possono portare a prurito, sfregamento e conseguente caduta del pelo.

La caduta può concentrarsi a chiazze di pelo su molte parti del corpo o solo in alcuni punti ben localizzati.

Spesso quando è localizzata in particolare sul muso, vuol dire che la causa riguarda allo sfregamento del muso sulle mangiatoie della gabbia metallica o al suo eccessivo scavare.

Tuttavia la perdita di peli nelle aree della coda e del quarto posteriore può essere dovuta al sovraffollamento della gabbia, dalle ferite da combattimento e dalla masticazione dei capelli da parte dei compagni di gabbia del roditore.

Infine, il tutto può dipendere anche molto più semplicemente da un’alimentazione sbagliata che comporta delle carenze di vitamine e minerali, fondamentali per il gerbillo.

Sintomi

I segnali dell’alopecia nel gerbillo sono molto evidenti, infatti la patologia è caratterizzata da una perdita di peli diversifica o regolare, anche se non sono gli unici segnali, infatti l’animale può avvertire anche:

  • depressione;
  • perdita di peso;
  • ridimensionamento della pelle;
  • infiammazione della pelle;
  • forte prurito e arrossamento della pelle (soprattutto in caso di infestazioni da ectoparassiti).

Potrebbe interessarti anche: Macchie rosse intorno a naso ed occhi del gerbillo: cause e cura

Diagnosi e trattamento dell’alopecia nel gerbillo

Per poter stabilire una diagnosi il veterinario potrà procedere con esami del sangue sull’animale (in caso di carenze nutrizionali) o esaminare al microscopio pezzetti di pelle raschiata dalla cute (in caso di infestazioni ectoparassitarie).

Naturalmente nel contempo, potrà procedere con un esame accurato sul corpo e un’anamnesi dell’animale.

Stabilita la diagnosi, a seconda della motivazione della problematica che ha generato l’alopecia, il veterinario potrà stabilire il tipo di trattamento più adeguato.

Nel caso dei parassiti, come zecche o acari, potrebbe raccomandare l’uso di agenti antiparassitari per eliminare l’infestazione.

Se invece è dovuta a una causa nutrizionale, il veterinario potrebbe prescrivere degli integratori vitaminici e minerali per superare la carenza, è fondamentale seguire il regime di dosaggio prescritto.

A prescindere dalla causa il veterinario potrebbe prescrivere corticosteroidi orali e agenti antistaminici o unguenti topici a base di corticosteroidi per aiutare a controllare l’alopecia che genera nel roditore un forte prurito.

Prevenire l’alopecia nel gerbillo non è semplice, l’unica attenzione che è possibile fare è cercare di avere cura del nostro piccolo roditore, tenendo lontani i parassiti con appositi antiparassitari e cercare di avere sempre la gabbia pulita con a disposizione della buona e completa alimentazione per gerbilli.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta