Home Non solo Cani e Gatti Curiosità sulla cicala: l’insetto che fa musica con le sue ali

Curiosità sulla cicala: l’insetto che fa musica con le sue ali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:31
CONDIVIDI

La cicala è famosa per la sua canzone stridula, un ronzio travolgente prodotto da centinaia di insetti insieme. Queste e tante altre curiosità sulla cicala.

cicala
La cicala è un insetto appartenente all’ordine dei Rhynchota, misura circa 5 cm di altezza,(Foto Pixabay)

La cicala è un insetto appartenente all’ordine dei Rhynchota, misura circa 5 cm di altezza, ha un colore marrone e anche verde, ad occhio nudo potrebbe sembrare una mosca ma non sono manco lontanamente parenti.

La cicala possiede un corpo dalla forma tozza e la testa parecchio larga da cui spuntano delle antenne molto corte e 3 occhi primitivi, detti ocelli. Ha sì le ali trasparenti attaccate al dorso ma che sembrano fatte di membrana e dei muscoli striati che l’animale contrae per produrre delle vibrazioni che danno origine a quel classico verso che tutti noi gli associamo.

Questo canto ha funzione di richiamo sessuale per le femmine; quando queste raggiungono il maschio, ha luogo il corteggiamento e poi l’accoppiamento che dura diversi minuti, durante i quali i due animali rimangono attaccati.

La cicala vive in tutto il mondo, preferendo le regioni soprattutto nelle zone dove il clima è mite e caldo, le giornate sono lunghe e solari ecco perché è facile trovarle nelle aree mediterranee. La sua alimentazione di basa su linfa di pini ed ulivi.

Curiosità sulla cicala

cicala
La cicala è un insetto e il suo corpo comprende in genere le 3 parti: testa, torace e addome.(Foto Pixabay)
  • La cicala australiana spetta il titolo della più rumorosa, visto che riesce a emettere ben 100 decibel alla frequenza di 4,3 kHz.
  • Il periodo in cui risuona il canto delle cicale è l’estate.
  • L’apparato addominale è abilitato a correggere il sistema acustico per ottimizzare la qualità del suono.
  • Le femmine di questo insetto, rispondono con uno scricchiolio che generano colpendo le ali, in segno di approvazione nei confronti dei maschi.
  • Esistono molte specie di cicale nel mondo, ce ne sono circa 3.000, possono essere approssimativamente divise in cicale annuali, che appaiono sempre in estate, e cicale periodiche, il cui ciclo vitale si verifica ogni 13-17 anni.
  • Per almeno quattro anni le cicale permangono in uno stato larvale e solo dopo questo quadriennio escono dal terreno, alla luce del sole, e cominciano la loro vita da adulte, da cicale vere e proprie.
  • Questi insetti espellono i loro escrementi in eccesso in forma liquida. A volte emettono deliberatamente e deliberatamente questo fluido come difesa contro un’altra cicala o un altro animale indesiderato. La raccomandazione è che se hai intenzione di camminare sotto gli alberi con molti di questi insetti, è meglio indossare un cappello.
  • Il suono delle cicale è considerato uno dei più alti al mondo. Il suo record è superiore a quello che comunemente implica un concerto di rock and roll : 115 decibel.
  • Questi insetti hanno due occhi “composti”, attraverso i quali effettivamente vedono, e tre ocelli o occhi “semplici”. Quest’ultimo fornisce solo ulteriore aiuto per percepire i cambiamenti di luce e oscurità, per rilevare i movimenti di oggetti o animali intorno a loro.
  • Per gli antichi Greci, le cicale erano figlie della Terra o, secondo alcuni, di Titone e di Aurora. Specialmente gli ateniesi le onoravano: Aristofane cita le cicale d’oro, come ornamento per i capelli degli Ateniesi nobili all’epoca arcaica e nella celebrazione dei Misteri eleusini in onore di Demetra, era uso portare nei capelli una fibula a forma di cicala, così come durante la celebrazione dei misteri di Era a Samos.
  • La cicala ha anche una fama negativa, quella di vivere alla giornata cantando senza preoccuparsi del domani.
  • Un’altra curiosità sulla cicala è che il fungo Massospora infetta solo le cicale. Attacca l’addome di questi artropodi, a volte facendo cadere completamente questa parte del corpo e morire.
  • Le cicale femminili depongono le uova sul terreno e poi muoiono.
  • Considerato il fatto che questo insetto viva una sola estate ma le sue larve rinascano in quella successiva direttamente dalla terra ne ha fatto l’emblema di una resurrezione a nuova vita dopo la morte persino presso i cinesi.

 Potrebbero interessarti anche:

Raffaella Lauretta