Home Non solo Cani e Gatti Disidratazione nel coniglio: cause, sintomi, diagnosi e cura

Disidratazione nel coniglio: cause, sintomi, diagnosi e cura

Disidratazione nel coniglio, un problema che può condizionare gravemente il peloso domestico. Vediamo quali sono le cause scatenanti, i sintomi e la sua cura.

Disidratazione nel coniglio
(Foto Unsplash)

Il coniglio è una piccola creatura molto delicata, che necessita di cure e attenzioni quotidiane, a cominciare dalla sua alimentazione. Il peloso domestico ha bisogno di tutto il sostegno e la responsabilità da parte del suo padrone umano, per poter vivere a lungo e nel benessere psicofisico. Ci sono alcuni problemi di cui il roditore può soffrire ed uno di questi è abbastanza comune: la disidratazione nel coniglio. Vediamo di capire che cos’è.

Disidratazione nel coniglio: cause e sintomi principali

Quando il coniglio domestico non assume una giusta quantità di liquidi provenienti dall’acqua e dal cibo, può sviluppare uno sbilancio idrico che può avere conseguenze dannose e pericolose per il suo organismo. Vediamo quali sono le cause e i sintomi tipici.

La disidratazione nel peloso
(Foto Pexels)

Così come vale per le persone, anche i nostri amici pelosi possono sviluppare carenze e soffrire se non ricevono il giusto apporto di calorie e liquidi attraverso una sana alimentazione quotidiana.

Nel caso del coniglio, il piccolo animale domestico può andare incontro a varie problematiche che condizionano in negativo la sua vita giornaliera e che possono compromettere il suo stato di salute.

Per mantenersi in salute ed avere tutte le energie indispensabili per affrontare la sua giornata, il roditore necessita l’assimilazione di almeno un quarto di 1 litro di acqua al giorno. L’animale può riceverne sia bevendo che mangiando cibo.

Se il tenero peloso beve troppo poco e se vive in un luogo caldo, ecco che può perdere più liquidi rispetto a quelli che dovrebbe ricevere, soffrendo nelle sue funzioni vitali.

Occorre sapere che la disidratazione nel coniglio può verificarsi maggiormente nel periodo estivo e durante l’allattamento, con seri problemi come l’aritmia.

Sono varie le cause che provocano la disidratazione nel peloso. Bere pochissimo e assumere troppi pochi liquidi e, quindi, minerali, è la causa primaria di questo disturbo. Altra causa principale del problema è l’insufficienza renale nel coniglio e se il coniglio ha la diarrea può sviluppare la disidratazione, per via della perdita di molti liquidi nelle feci.

I sintomi che si manifestano nel roditore

Quando il peloso inizia a soffrire di disidratazione, se questa è leggera il suo problema si risolverà assumendo più liquidi e bevendo moltissima acqua.

Nel caso in cui la disidratazione diventi progressiva si presentano alcuni sintomi tipici, quali debolezza e sonnolenza nel coniglio; il coniglio è depresso e appare letargico.

Inoltre, la pelle del peloso inizia a perdere elasticità e può avere difficoltà ad urinare.

L’insufficienza renale stessa può portare il coniglio a soffrire di disidratazione per il deficit idrico. In presenza di tutti questi segnali, occorre agire nell’immediato, poiché l’animale potrebbe rischiare di entrare in coma.

Potrebbe interessarti anche: Calcoli vescicali nel coniglio: cause, sintomi e terapia della malattia

Il peloso e la sua malattia: diagnosi e trattamento

Nel caso vengano notati uno o più sintomi tra quelli sopraelencati nel coniglio, si consiglia di consultarsi con il medico veterinario il prima possibile per discutere su come intervenire. Verranno effettuati degli esami di laboratorio fondamentali e analizzate le sue condizioni. Ecco come procedere al trattamento di questo disturbo.

La malattia nel coniglio
(Foto Pixabay)

Per la delicata condizione del coniglio sofferente, soltanto il veterinario di fiducia può intervenire e verificare il suo stadio di disidratazione effettuando la diagnosi corretta.

La diagnosi si baserà su alcune domande iniziali importanti poste dal medico sulle condizioni generali del roditore. Dopodiché, il peloso verrà sottoposto ad un attento esame fisico, alla ricerca dei sintomi e dei segnali che indicano la disidratazione in lui.

Il veterinario osserverà eventuali cambiamenti di postura o movimenti anomali nel piccolo animale. Analizzare l’elasticità della pelle del peloso è essenziale, così come effettuare gli esami delle urine e del sangue.

Potrebbe essere necessario, a seconda del caso, l’esame delle feci del roditore, in particolar modo se soffre di diarrea.

Disidratazione nel coniglio: il trattamento previsto

Il coniglio sofferente di disidratazione può avere rischi gravi per la sua stessa vita.

Consultandosi con il suo veterinario, si deciderà di fornire al roditore domestico la giusta quantità di cibo ricco di acqua e la somministrazione di molti liquidi per idratarlo.

L’obiettivo principale del medico sarà quello di effettuare una terapia per reintegrare i liquidi e i minerali persi dall’animale.

A seconda del livello di disidratazione nel peloso, si potrà decidere di far assumere ancora più acqua e apportare delle possibili modifiche alla sua dieta giornaliera.

Ogni decisione medica dipenderà dalla gravità della sua condizione e dall’eventuale presenza di altre problematiche consequenziali o disturbi gravi presenti nel coniglio.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G