Home Non solo Cani e Gatti Sindrome da floppy tail nel geco: cause, sintomi e trattamento

Sindrome da floppy tail nel geco: cause, sintomi e trattamento

Sindrome da floppy tail nel geco, una condizione particolare non dovuta alla genetica anche se ancora non è chiaro. Conosciamola meglio.

geco crestato
(Foto AdobeStock)

Sono tantissime le persone che amano avere in casa, come animaletto domestico, questi graziosi gechi.

Naturalmente, a dispetto di altri animali da compagnia, sono meno impegnativi, perché sporcano molto poco, occupano poco spazio e richiedono molte meno attenzioni.

Purtroppo, però, molto spesso si conosce ben poco sulle loro abitudini, necessità e soprattutto malattie.

Nell’articolo di oggi, andremo a farvi conoscere la Sindrome da floppy tail nel geco, le cause, i sintomi e il trattamento di questa condizione nel vostro piccolo rettile.

Cause della Sindrome da floppy tail nel geco

Anche se le cause ancora non sono ancora chiare agli studiosi, diverse però, sono state le ipotesi. Alcune di esse sono:

  • carenza di calcio;
  • bacino inadeguato per sostenere il peso della coda (ma l’ipotesi regge poco dal punto di vista evolutivo)
  • autotomia caudale parziale (perdita incompleta della coda quando il geco si sente minacciato) che provoca un danno muscolare, da rendere impossibile il peso della coda.
  • abitudine di alcuni gechi di dormire a pancia all’aria, secondo alcuni può danneggiare la muscolatura della coda, provocando così la Sindrome da floppy tail nel geco;
  • qualsiasi deformità delle ossa; dei muscoli del bacino e della coda;
  • sintomo associato alla Malattia Osseo Metabolica nei rettili, anche se dovrebbe essere coinvolta tutta l’ossatura, non solo quella della coda.

Tuttavia, quelle che abbiamo appena citato solo semplicemente delle supposizioni.

Sintomi

I sintomi della sindrome da floppy tail nel geco che si possono facilmente individuare nel piccolo rettile sono piuttosto evidenti.

geco
(Foto AdobeStock)

I principali segnali presenti sul corpo del geco sono:

  • indebolimento della muscolatura della coda, ma funzionali;
  • iperestensione della coda posizionata di lato o perpendicolarmente al corpo;
  • ridotta densità ossea delle ossa pelviche;
  • rigonfiamenti o cavità a livello della regione pelvica.

Potrebbe interessarti anche: Malattie comuni nel geco leopardo: le patologie che minacciano la sua salute

Diagnosi e trattamento della sindrome da floppy tail nel geco

Se il geco in vostro possesso presenta questi segnali precedentemente indicati, portatelo quanto prima dal veterinario.

Geco in casa
Geco in casa (Foto Adobe Stock)

Il medico specializzato in animali esotici, per poter stabilire una diagnosi, eseguirà una radiografia per valutare lo stato della densità ossea nel geco.

Una volta avuto conferma dagli esami, il veterinario molto probabilmente prescriverà una modifica nella dieta, ovvero un apporto di calcio maggiore.

Inoltre, prescriverà di migliorare la fonte di UVB per non peggiorare ulteriormente la condizione dell’animale.

Soltanto nei casi particolarmente gravi procederà con la caudotomia, ovvero il taglio della coda del geco, quest’operazione permetterà di evitare altri danni al bacino.

Se volete evitare questa problematica nel geco, potete fornire al vostro piccolo rettile molte superfici di arrampicata sia verticali che orizzontali e nascondigli a terra, in questo modo sarà meno spinto a volersi aggrappare alle pareti della gabbia.