Home Non solo Cani e Gatti Geco in casa: rimedi semplici e naturali per allontanarlo senza ferirlo

Geco in casa: rimedi semplici e naturali per allontanarlo senza ferirlo

Con le temperature in aumento e le finestre aperte c’è il rischio di ritrovarsi un geco in casa. Ecco come comportarsi.

Geco in casa
Geco in casa (Foto Adobe Stock)

Aiutoooo c’è un geco sul muro della mia stanza!“… Se hai appena urlato questa frase, sei nel posto giusto. In questo articolo ti spieghiamo come fare per allontanarlo o catturare questo piccolo animale senza fargli del male. Innanzitutto mantieni la calma, il geco non fa del male all’uomo anzi, è utile per cacciare ragni e insetti.

Cosa ti serve e cosa devi fare se ti ritrovi un geco in casa

Uova
Uova (Foto Adobe Stock)

Per molte culture il geco è un portafortuna, il geco leopardo è uno dei rettili più socievoli scelto come animale domestico, ma se hai visto questo animale in casa e sei terrorizzato ecco alcuni informazioni e consigli utili.

Puoi sapere della presenza di un geco nella tua abitazione o perché lo hai visto su qualche muro o dai minuscoli escrementi di colore marrone/nero con una puntina bianca che lasciano sul proprio cammino.

Per far capire loro che non sono ospiti graditi in casa tua e quindi tenerli lontani puoi utilizzare questi semplici rimedi casalinghi:

gusci d’uovo, devi sistemarli intorno al perimetro della casa per spaventarli;
– la naftalina è un ottimo repellente. Piazzata in punti strategici li spingerebbe ad allontanarsi;
– una miscela di caffè e tabacco;
fette di cipolle tagliate e messe qua e là;
– con pepe di Cayenna o del Tabasco puoi preparare uno spray al pepe;
spicchi d’aglio, come per la naftalina sono un eccellente repellente.

Se nessuno di questi metodi naturali funziona e vuoi affrontare “di petto” la situazione puoi catturare l’animale per poi rilasciarlo all’esterno della tua abitazione. Ma come fare?

Metodo 1: metti in un contenitore spray dell’acqua fredda. I gechi amano il caldo e odiano i freddo. Avvicinati lentamente, spruzza un po’ di acqua fredda e vedrai che l’animale resterà “anestetizzato” per qualche secondo. In questo breve lasso di tempo dovrai catturarlo con un retino da acquario oppure con una scatola. Per farlo cadere nella scatola o nel retino utilizza un foglio di carta o un cartoncino che sarà anche la copertura per non farlo scappare.

Metodo 2: se non puoi utilizzare l’acqua per qualsivoglia motivo (presenza di apparecchiature elettriche, quadri, tappeti, pareti con pittura particolare) potrai tentare direttamente la cattura. Avvicinati con cautela al geco, piazza la scatola o il retino da acquario sopra l’animale e poi fallo cadere infilando un foglio di cartoncino tra la parete e la scatola/retino. Chiudi la scatola o il retino con lo stesso cartoncino per poi liberare l’animale all’aperto.

Potrebbe interessarti anche:

S.C.