Home Non solo Cani e Gatti Costruire una trappola per topi non crudele facile ed economica

Costruire una trappola per topi non crudele facile ed economica

Se non puoi comprarne uno già pronta potrai costruire una trappola per topi non crudele a casa. Ti serviranno pochi materiali e pochissimo tempo.

Costruire trappola per topi
Costruire trappola per topi (Foto Adobe Stock)

Hai visto un topo in casa o ti sei accorto della sua presenza (escrementi, cibi e oggetti mangiucchiati, impronte) e non sai come farlo uscire senza fargli del male? Il fai da te potrebbe essere una delle soluzioni… hai bisogno di un secchio, di una lattina vuota (o di una bottiglia da mezzo litro di plastica), un po’ di filo di ferro, un pezzo di legno e qualche goccia di olio.

Ecco come costruire una trappola per topi non crudele

trappola per topi non crudele
Pochi ed economici materiali (Foto YT)

Quelli in elenco sono tutti materiali che potrai avere già in casa oppure procurarli facilmente in ferramenta. Questa che ti descriviamo è una trappola non crudele molto più economica rispetto al dispositivo pronto all’uso che puoi trovare in ferramenta, su internet o nei negozio specializzati. Sarà così facile, veloce ed economico far uscire un topo da casa fargli del male.

1. Prendi un secchio; può andare bene il classico secchio che si utilizza per le faccende domestiche oppure quello che contiene la vernice per i muri. La sua capienza ideale dovrebbe essere di almeno una ventina di litri. Ungi il suo interno con un olio da cucina in modo da renderlo scivoloso e fai due piccoli fori in due punti opposti del recipiente, immediatamente sotto il bordo. Usa un cacciavite o un punteruolo per bucare la plastica. Se utilizzi uno dei due secchi che ti ho indicato avrai già i buchi “pronti all’uso”; ti basterà togliere la maniglia e utilizzare quelli già esistenti;

2. Prendi una lattina vuota (se è piena svuotala del suo contenuto; bevanda gassata, birra, legumi, salsa di pomodoro) lavala per bene e fai un piccolo foro sul fondo. Anche in questo caso sa un cacciavite o un punteruolo. Puoi anche scegliere una piccola bottiglia da mezzo litro di plastica, dovrai fare un foro sul fondo e uno sul tappo;

3. Fai passare un filo di ferro attraverso la lattina (o la bottiglia) e i fori del secchio assicurandoti che la lattina possa girare su se stessa. Fissa il filo di ferro avvolgendolo attorno ai fori del secchio;

4. Prendi un pezzo di legno e appoggialo sul secchio, deve essere un sorta di “strada” che permetta al topo di arrampicarsi e raggiungere facilmente la lattina e il filo;

5. Ricopri la lattina con l’esca. Puoi spalmare crema di nocciola, burro d’arachidi, marmellata… non tutti i topi mangiano il formaggio!

Non ti resta che aspettare: il topo si arrampicherà sul pezzo di legno, raggiungerà l’esca per mangiarla, cadrà nel secchio e non sarà più in grado di uscire. Dopo averlo catturato dovrai liberarlo senza fargli del male: allontanati da casa per un paio di chilometri o più e lascialo libero in un bosco o parco.

Potrebbe interessarti anche:

S.C.