Home Non solo Cani e Gatti Invasione di lombrichi: rischi e benefici per lo spazio esterno

Invasione di lombrichi: rischi e benefici per lo spazio esterno

Incredibile ma vero: un’invasione di lombrichi ha i suoi lati positivi! ecco quali sono e quali danni però possono apportare agli spazi esterni.

Invasione di lombrichi
Invasione di lombrichi: cosa c’è da sapere (Foto Pixabay)

E’ vero che il termine ‘invasione’ non fa presagire nulla di buono, però a volte alcune di esse possono anche avere dei lati positivi. E’ il caso dell’invasione di lombrichi che nei nostri giardini può anche apportare benefici, sebbene a prima vista creino solo problemi. Quindi è probabile che, nonostante gli aspetti piacevoli della questione, alla fine decideremo comunque di trovare qualche rimedio alla loro presenza. Ecco quindi tutto quello che c’è da sapere su questi insetti, sui rischi e i benefici di trovarli nel prato di casa nostra. Naturalmente non sono presi in considerazione metodi letali poiché si tratta pur sempre di animali e, come tali, vanno rispettati!

Lombrichi: conosciamoli meglio

Lombrico
Lombrico (Foto Pixabay)

Come facciamo a riconoscere questi insetti? Si tratta di un invertebrato che vive in ogni parte della terra, con preferenza per i terreni umidi e dunque in prossimità di spazi d’acqua. Il suo corpo cilindrico è formato da segmenti ‘inanellati’ fino a raggiungere una lunghezza di circa 10-15 cm. I suoi muscoli gli consentono di avanzare con un andamento ondulante, supportati anche da una serie di setole a uncino che fungono da piedi/zampe.

Viene chiamato ‘verme di terra’ poiché ama vivere proprio nei terreni e scava delle gallerie per salire in superficie ma durante la notte. E per scavare questi canali mangia il terreno (prediligono quello argilloso) e lo espelle sotto forma di fango a piccoli cumuli. Non a caso sono anche detti ‘l’intestino della terra’ proprio per la loro capacità di macinare terreno non in bocca, bensì nello stomaco. Non è dotato di un apparato respiratorio, bensì è la sua pelle ad assorbire l’ossigeno anche quando è sotto terra. Alcuni di essi come la tenia possono essere molto pericolose per la salute dei nostri amici domestici a quattro zampe (Leggi qui:Tenia nel cane: la causa, i sintomi, la cura e il trattamento).

Invasione di lombrichi: non è sempre un male

Lombrico
Lombrico o verme (Foto Pixabay)

E’ facile elencare i fastidi e i rischi che comporta la loro presenza negli spazi esterni, eppure questi minuscoli insetti fanno anche cose buone. Vediamo dunque quali sono gli aspetti positivi dell’averli e i benefici per il terreno.

In realtà il fatto che i lombrichi si trovino negli spazi verdi, consente ad essi di restare verdi e forti. Infatti gli escrementi prodotti da questo insetto contengono sostanze organiche e minerali (Potassio, Azoto, Magnesio e Calcio), microrganismi e altre sostanze che nutrono il terreno. Gli enzimi contenuti nelle feci inoltre si attaccano ai residui di tagli ricchi di cellulosa e legno e li eliminano definitivamente. Si stima che il lavoro dei suddetti enzimi riesca a produrre risultati che altrimenti si avrebbero in almeno uno o due anni.

I lombrichi aiutano le radici degli alberi a svilupparsi, poiché drenano meglio l’acqua. Il loro lavoro di ‘scavo’ di canali consente alla radici di impiantarsi con più facilità, infatti le gallerie scavate possono raggiungere anche i 30 cm di profondità. Questa profonda penetrazione del terreno consente il drenaggio e l’entrata di ossigeno, nonché un mescolarsi della terra, portando in superficie strati che altrimenti non emergerebbero mai. Alcuni lombrichi si muovono in orizzontale e non scendono oltre i 15 cm, ma distribuiscono le medesime sostanze organiche.

Benefici apportati dai lombrichi

Ecco un rapido elenco di tutti i lati positivi dell’avere i lombrichi in giardino o negli spazi esterni di casa.

  • Il suolo risulta più morbido e fertile alla fioritura, anche quello argilloso che solitamente è più ostile.
  • Scavano gallerie in modo da far stabilizzare meglio le radici.
  • Il prato risulterà più nutrito grazie a tutti gli elementi organici.
  • Evitano il ristagno di acqua in superficie, grazie alle gallerie che la drenano.
  • Stimolano la crescita e la proliferazione della flora batterica nel terreno e lo rende meno vulnerabile alle malattie fungine stagionali.

I lati negativi dell’invasione di lombrichi

Invasione di lombrichi
Invasione di lombrichi: attirano gli uccelli (Foto Pixabay)

Naturalmente di lati negativi ce ne sono diversi, compreso il fatto di poterli calpestare con la suola delle scarpe e macchiare tutta la pavimentazione. Inoltre rendono grumoso il terreno e non liscio. La presenza nei campi attira gli uccelli e le talpe, che creano danni al terreno e lo smuovono creando un terreno disordinato.

Come evitare i lombrichi

Senza arrivare ad utilizzare insetticidi e fungicidi, possiamo tenere lontani i lombrichi dagli spazi verdi e dai terreni grazie ad alcune pratiche soluzioni.

  • Reti metalliche: esse sono morbide e non troppo pesanti e servono a smuovere il terreno. In questo modo i coni di escrementi lasciati dai lombrichi si distribuiranno equamente in tutto su tutto il terreno, così da non lasciare zone prive di nutrimento.
  • La carotatura: consente di spargere piccoli pezzi di carote nel terreno per ripristinare le cavità lasciate dal passaggio di questi insetti.
  • Operazione di rollatura: in modo da ridurre l’attività superficiale dei lombrichi.
  • Irrigare bene: facciamoci consigliare da un esperto sul modo corretto per irrigare i terreni, perché spesso questo problema può attirare la presenza di questi insetti.
  • Eliminare i cumuli di escrementi deposti.
  • Lo zolfo: acidifica il terreno e tiene lontani gli insetti, poiché ha un effetto di bruciatura sul loro corpo.
  • Salsa di senape: diluita con acqua, tiene lontani altrettanto i lombrichi.

Potrebbe interessarti anche:

F.C.