Home Non solo Cani e Gatti Licaone: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Licaone: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59
CONDIVIDI

Il licaone è un animale che ritroviamo spesso nei film e nei cartoni animati. Riconoscibile proprio per la sua somiglianza al cane.

licaone
Il licaone vive tendenzialmente in gruppo e come mezzo di comunicazione utilizza suoni e squittii.(Foto AdobeStock)

Queste che tratteremo sono schede destinate ai bambini, per aiutarli ad apprendere particolari argomenti che nello specifico trattano di animali. Non saremo ne’ i primi ne’ gli unici a trattare questo argomento, ma con l’aiuto di foto e paragrafi semplici, cercheremo di incuriosire e stimolare il bambino, aiutandolo anche visivamente ad assimilare la materia.

Oggi andremo a ricostruire, illustrare e rappresentare quello che è il carnivoro africano simile un po’ al cane e un po’ alla iena.

Caratteristiche del licaone

caratteristiche del licaone
Il licaone anche detto cane africano o cane cacciatore del Capo, appartiene alla famiglia dei canidi.(Foto AdobeStock)

Il licaone anche detto cane africano o cane cacciatore del Capo, appartiene alla famiglia dei canidi, ha un aspetto al quanto particolare per via della somiglianza al cane e alla iena, come abbiamo precedentemente accennato. Possiede un corpo snello e dotato di zampe lunghe con quattro unghie nei piedi anteriori e quattro in quelli posteriori; il suo peso da adulto che oscilla tra i 17 e i 36 kg e un’altezza al garrese di 75 cm; una testa di media grandezza, muso arrotondato; orecchie grandi e sempre dritte.

Il suo mantello è composto da pelo corto e molto rado che addirittura lascia intravedere la pelle, con un motivo di macchie nere, gialle e bianche irregolari; la coda si presenta invece di giallo ocra alla radice, nera verso il mezzo e bianca all’estremità. Il licaone vive tendenzialmente in gruppo e come mezzo di comunicazione utilizza suoni e squittii. È specializzato nella caccia di gruppo che avviene di mattina o di sera, mentre nelle ore calde del pomeriggio tende a riposare all’ombra.

È un animale in continuo spostamento, capace di percorrere chilometri e chilometri durante l’anno, l’unico momento della vita in cui è più sedentario è durante la cura dei nuovi nati. Infatti per circa tre mesi gli adulti non si allontanano di molto dalla tana dove vengono allevati i cuccioli.

Potrebbe interessarti anche:Il Re Leone e non solo: animali della savana, elenco e caratteristiche

Dove vive il licaone

licaone
Il licaone vive esclusivamente in Africa, nello specifico nell’Africa meridionale e nell’Africa meridionale orientale.(Foto AdobeStock)

Il licaone vive esclusivamente in Africa, nello specifico nell’Africa meridionale e nell’Africa meridionale orientale in paesi come Botswana, Mozambico, Swaziland e Namibia. Predilige tutte le regioni non boscose e non desertiche dell’Africa, in particolare nelle savane, nelle praterie, nelle pianure e nelle foreste aperte.

Questo animale oggi è in serio pericolo di estinzione, infatti in Africa, subito dopo il lupo etiope, è il carnivoro più fortemente minacciato. In passato non era raro incontrare branchi di licaoni composti da un centinaio di esemplari, attualmente invece è raro che questi gruppi superino i 25 individui, questo a causa della caccia che subisce questo animale.

Potrebbe interessarti anche:Sciacallo: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Come nascono

Curiosità sul licaone
I cuccioli nascono ciechi ma dopo due settimana già si muovono liberamente e dopo cinque vengono svezzati dalla madre.(Screenshot Instagram)

Il licaone può riprodursi durante tutto l’anno, anche se la stagione degli amori è più sentita nel mese di novembre. La gestazione ha una durata di circa 60/80 giorni con un picco di nascite tra marzo e giugno, nella seconda metà della stagione delle piogge, possono nascere mediamente 10 cuccioli per gravidanza.

Nel periodo dell’accoppiamento come anche il periodo a seguire, il maschio e la femmina vivono insieme e si occupano entrambi della prole. I cuccioli nascono ciechi ma dopo due settimana già si muovono liberamente e dopo cinque vengono svezzati dalla madre, fino ad allora i genitori rigurgitano il cibo per nutrirli.

Se una madre muore, i suoi cuccioli vengono subito adottati; se non ci sono femmine disponibili, il ruolo di madre, entro i limiti imposti dal sesso, sarà svolto da un maschio. In seguito allo svezzamento gli adulti, mostrano i metodi di caccia ai piccoli e daranno loro la precedenza per nutrirsi della preda mentre i grandi del gruppo sorvegliano il loro pasto dai predatori, fonte di pericoli per i più piccoli.

Cosa mangia il licaone

licaone
L’alimentazione del licaone.(Foto AdobeStock)

Il Licaone è il carnivoro più feroce di tutto il continente africano, si dedica allo svolgimento della caccia soprattutto all’alba e al crepuscolo. Si nutre di gnu, zebre, gazzelle o antilopi e quando il cibo scarseggia si sposta e anche per grandi distanze. Il suo metodo di caccia, consiste in silenziosi e lunghi appostamenti da parte del gruppo.

Al segnale del capo branco si dividono in due gruppi, uno insegue la preda finché questa cade nell’imboscata composta dal secondo gruppo. A questo punto i licaoni si scagliano contro la preda e la divorano. La preda ormai stanca dalla corsa e già ferita dai morsi presi durante la fuga, viene totalmente sbranata dal gruppo ancora viva.

Il licaone è un animale talmente feroce durante la caccia che mette in fuga le antilopi che solitamente si difendono bene e anche qualche vecchio leone. Il licaone può anche cacciare piccole prede, come le lepri, individualmente e non per forza in gruppo. Per quanto riguardo il bisogno di acqua, questo cane africano sembra bere pochissimo, il suo bisogno idrico è molto ristretto.

Potrebbe interessarti anche:Il facocero: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Curiosità

Superpredatori
Superpredatori: il licaone (Screenshot Instagram)
  • Raramente i licaoni nello stesso branco si intimidiscono o combattono tra loro per una posizione migliore.
  • Licaoni più giovani del branco che effettuano la caccia portano il cibo ai membri più anziani.
  • Questo carnivoro utilizza un sistema di comunicazione con diversi suoni e squittii molto efficiente.
  • Il gruppo è molto affiatato, e ha la particolarità che tutti i maschi sono imparentati tra loro.
  • Tra i 14 e i 30 mesi le sorelle femmine lasciano il gruppo familiare.
  • I maschi non abbandonano il loro gruppo di origine.
  • La ragione principale della diminuzione del numero di questi cani è la cattiva reputazione che hanno acquisito come ladri di bestiame, attirandosi l’antipatia dell’uomo.
  • Tra le cause naturali di morte la più frequente è l’uccisione da parte dei leoni, soprattutto nei cuccioli.
  • Il Parco Nazionale di Kafue in Zambia ospita una delle più grandi popolazioni di licaone e vengono svolti diversi tipi di ricerca per conoscere il suo sistema di comunicazione e per rilevare le popolazioni esistenti nel vasto parco.
  • Grazie al loro corpo snello e agli arti lunghi sono in grado di raggiungere una velocità di 66 km / h.
  • I piccoli escono dalla tana solo per fare i loro bisogni.

Potrebbe interessarti anche:Tigre: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Raffaella Lauretta