Home Non solo Cani e Gatti La iena: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

La iena: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05
CONDIVIDI

La iena è un animale che ritroviamo spesso nei cartoni animati e storie per bambini. Famosa per la sua risata stridula ma comunicativa.

iena
(Foto Pixabay)

Queste che tratteremo sono schede destinate ai bambini, per aiutarli ad apprendere particolari argomenti che nello specifico trattano di animali. Non saremo ne’ i primi ne’ gli unici a trattare questo argomento, ma con l’aiuto di foto e paragrafi semplici, cercheremo di incuriosire e stimolare il bambino, aiutandolo anche visivamente ad assimilare la materia.

Oggi andremo a ricostruire, illustrare e rappresentare quello che è l’animale più opportunista.

Caratteristiche della iena

Iena
La maggior parte delle specie ha una criniera a pelo lungo che si arriva fin sopra la testa.(Foto Pixabay)

La iena è un mammifero carnivoro appartenente al sottordine Feliformia. Esistono tre specie: Iena maculata ( Crocuta crocuta ), Iena striata ( Hyaena hyaena ) Iena marrone (Hyaena brunnea ).

Il comportamento e la sua morfologia sono simili a quelli dei canidi in molti aspetti, ciò che più li accomuna è l’impossibilità di arrampicarsi sugli alberi e la fisicità. La iena possiede degli arti anteriori lunghi ed arti posteriori che sono molto corti ed un collo corto e largo.

Il suo cranio ricorda superficialmente quello dei grandi canidi, ma è molto più grande e pesante. Il pelo è radi e spesso, poco sviluppato o assente nella regione ventrale. La maggior parte delle specie ha una criniera a pelo lungo che si arriva fin sopra la testa, dove sono collocate due belle orecchie grandi e lunghe.

Possiede delle forti mascelle con denti molto affilati, può uccidere un cane con un singolo morso sul collo. Ha un’eccellente vista, udito e olfatto che gli consente di localizzare carogne.

Una particolarità dell’iena maculata risiede nell’organo riproduttivo femminile poiché ha un clitoride erettile, in modo tale da complicare la differenziazione tra i generi di iene poiché hanno persino un falso scroto.

Il comportamento della iena è sociale tende a vivere in gruppo e a cacciare in gruppo. Comunicano attraverso lamenti, urla, risate e strilli, che possono essere ascoltati per chilometri.

Dove vive la iena

iena
È possibile trovare la iena in Africa centrale e orientale, parti del Mediterraneo, Golfo del Bengala, Asia minore, Russia, India, Turchia e parte del Medio Oriente.(Foto Pixabay)

La iena predilige zone aride con alte temperature e una moderata concentrazione di animali. Ma non disdegna vivere vicino a lagune o fiumi, luoghi al quanto strategici dove riesce a nascondere i resti di cibo dopo una spietata caccia e inoltre dove gli è più facile catturare le sue prede mentre cercano di abbeverarsi al fiume, evitando così di andare alla ricerca di carcasse di animali morti.

È possibile trovare la iena in Africa centrale e orientale, parti del Mediterraneo, Golfo del Bengala, Asia minore, Russia, India, Turchia e parte del Medio Oriente. La iena è un animale notturno e anche la sua ricerca di cibo avviene in queste ore. Difficilmente si potrà osservare la iena cacciare durante le ore del mattino quando saranno altri animali ad occuparsi della caccia.

Come nascono

iena e cucciolo
La iena ha una gestazione dura circa 110 giorni e partorisce da due a quattro cuccioli, vengono allattati al seno da 12 a 18 mesi.(Foto Pixabay)

La riproduzione della iena è al quanto complessa. Nel mondo animale siamo abituate a vedere il maschio come il conquistatore della femmina, in questo caso invece è la iena femmina ad avere questo ruolo.

Forse a causa di una grande quantità di testosterone presente nel suo corpo o per la presenza di genitali esterni femminili, hanno una somiglianza superficiale con i genitali maschili, ma sono organi femminili e solo le femmine rimangono incinte e allattano i loro piccoli.

La iena ha una gestazione dura circa 110 giorni e partorisce da due a quattro cuccioli, vengono allattati al seno da 12 a 18 mesi. Un periodo al quanto lungo per i carnivori, anche se iniziano a mangiare carne a circa 5 mesi.

A circa 1 anno di vita, i cuccioli iniziano a seguire la madre nelle incursioni di caccia. Fino ad allora, vengono lasciati nella fossa con un adulto che si prende cura dei cuccioli.

Cosa mangia la iena

iena alimentazione
Si alimenta di animali di vari tipi e dimensioni come: serpenti, antilopi, zebre e giraffe.(Foto Pixabay)

La iena è un abile cacciatore opportunista, si nutre di carogne e ossa fresche se ci sono, ma anche di vitelli indifesi, oltre ad animali di vari tipi e dimensioni come: serpenti, antilopi, zebre e giraffe.

Le uniche parti della sua preda che non sono completamente digerite sono i capelli, le corna e gli zoccoli; questi vengono rigurgitati sotto forma di pellet.

Questo tipo di alimentazione gli è permesso perché ha due potenti mascelle e un sistema digestivo che gli permette di elaborare e ottenere sostanze nutritive dalla pelle e dalle ossa. Lo stesso sistema che gli permette, di aver bisogno di pochissima acqua nonostante mangi tante ossa.

Curiosità

iena
Se si nutrono abbondantemente danno alla luce delle femmine, se invece non riescono a procacciarsi abbastanza cibo generano dei maschi.(Foto Pixabay)
  • Le iene fanno una varietà di vocalizzazioni, tra cui chiamate, lamenti, urla e gli ululati noti come “risate”, che usano per avvisare altri membri del clan fino a tre miglia di distanza da una fonte di cibo.
  • Le iene possono determinare il sesso dei loro nascituri in base alla quantità di cibo che riescono ad assumere in gravidanza.
  • Sono apparse in film come Il re leone, in cui un trio di iene spesso spezza un po ‘la tensione tra le scene.
  • Le iene sono più intelligenti degli scimpanzé. La dimensione della corteccia frontale di un animale è collegata alla sua intelligenza sociale e le iene hanno una corteccia frontale alla pari dei primati.
  • Le antiche tribù umane credevano che le iene portassero con sé le anime dei defunti. Pertanto, rimasero lontani dalla sua presenza; erano considerati esseri demoniaci.
  • Se si nutrono abbondantemente danno alla luce delle femmine, se invece non riescono a procacciarsi abbastanza cibo generano dei maschi.
  • Le femmine di iena hanno delle sembianze maschili, infatti il loro clitoride è molto sviluppato e può sembrare un organo maschile.
  • Le iene femminili hanno uno pseudo-pene che è fondamentalmente un clitoride allungato.
  • Quando l’iena maschio raggiunge la maturità sessuale all’età di due anni, deve lasciare il clan e trovare un nuovo gruppo.

Potrebbero interessarti anche:

Raffaella Lauretta