Home Non solo Cani e Gatti L’orso che camminava in piedi è stato ucciso: era seguito da migliaia...

L’orso che camminava in piedi è stato ucciso: era seguito da migliaia di persone

CONDIVIDI
@Facebook/Pedals the Injured Bipedal Bear
@Facebook/Pedals the Injured Bipedal Bear

Era diventato una celebrità, l’orso soprannominato “Pedals” perché camminava in piedi sui posteriori. L’animale presentava un arto anteriore amputato, probabilmente dilaniato da una trappola e per questo si muoveva come un umano nei pressi di un quartiere periferico del New Jersey dove i cittadini avevano preso a cuore quell’esemplare, dedicandogli addirittura una pagina su Facebook dove condividere fotografie e video degli avvistamenti.

Molti cittadini si erano adoperati per spostare Pedals in un rifugio di fauna selvatica ma senza successo ed erano ancora in attesa di poterlo fare, continuando ad aggiornare la pagina con le sue immagini.

Purtroppo, da una settimana l’orso non è più stato avvistato e alcuni cittadini si sono allarmati con la riapertura della caccia nell’ambito della quale ogni anno vengono uccisi almeno 550 orsi, pari alla metà della popolazione degli esemplari nell’area: un vero e proprio genocidio.

I sospetti si sono presto trasformati in certezza quando l’amministratore della pagina di Pedals ha reso noto che lo scorso fine settimana sono stati uccisi quindici orsi, tra i quali risultava anche l’amato Pedals: “Pedals è  morto. Il cacciatore che da tre anni lo voleva uccidere ha finalmente avuto la meglio, provando soddisfazione nel colpirlo con una freccia e vantandosene nei pressi della stazione dove lo hanno pesato. Sono state esaminate le zampe ed  stato confermato che si trattasse di Pedals”. Il povero orso sarebbe morto dopo atroci sofferenze.

L’immagine cruente di un orso appeso con la testa verso il basso sulla bilancia ha indignato tutti gli utenti che seguivano la storia di questo simpatico esemplare da ormai tre anni. Tuttavia, al momento il New Jersey Department of Environmental Protection (NJDEP), dipartimento per la tutela ambientale, non ha confermato il decesso dell’orso, sottolineando che non essendo un esemplare monitorato dal dipartimenti con prelievo del Dna è difficile per il dipartimento dimostrare che tra gli orsi uccisi durante la nuova stagione venatoria vi sia Pedals.

Adesso i cittadini chiedono giustizia e hanno avviato una petizione per appoggiare il decreto di legge di abolizione della caccia all’orso del senatore del New Jersey Raymond Lesniak. La proposta mira a che sia sospesa la caccia all’orso per almeno 5 anni, per delineare un programma di controllo e monitoraggio della specie, per evitare di creare aree agricole devastando gli habitat degli orsi e infine di disporre aree protette per la specie.